Troppi furti nelle campagne del Barese: 'ronde' per proteggere vigneti, mandorli e ulivi

Lo afferma la Coldiretti Puglia che denuncia l'aumento dei casi nelle ultime settimane: "Episodi quotidiani. Altri agricoltori si sono affidati a istituti di vigilanza"

Per evitare furti d'uva nei vigneti, ma anche per scongiurare la 'razzia' di mandorle e olive, nelle campagne del Barese e in Puglia gli agricoltori si sono attivati costituendo delle 'ronde'. A dichiararlo è la Coldiretti regionale che ha registrato un'ìmpennata di furti. La siccità e le grandinate di queste settimane hanno danneggiato i campi, rendendo quindi meno diffusi i prodotti agricoli: "  "I furti sono praticamente quotidiani - denuncia il presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele - tanto da aver spinto alcuni agricoltori ad organizzarsi con ronde notturne e diurne, mentre altri si sono affidati a istituti di vigilanza. Praticamente qui non si dorme più per presidiare la produzione e oltre alla perdita di reddito, a rischio è la stessa incolumità".
   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Barese, ragazzino di 12 anni muore soffocato da una mozzarella

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Traffico di droga, blitz dei carabinieri nel Barese: smantellata banda, undici arresti

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Fiumi di droga nel Barese, il capo gestiva il sistema dal carcere: acquirenti 'attesi' nella palazzina in centro a Mola

Torna su
BariToday è in caricamento