menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Sacra Spina, in Basilica si rinnova il 'prodigio': "Intravista immagine umana"

Alle 20,40 di ieri è stata certificata (da un notaio) "la variazione cromatica" della reliquia che secondo la tradizione sarebbe parte della Corona di spine del Cristo, custodita a San Nicola

Foto sito Basilica San Nicola

Si è compiuto il 'prodigio' della Sacra Spina della Corona di Gesù, il cui frammento custodito nella Basilica di San Nicola, secondo la tradizione macchiato dal sangue di Cristo, si colora quano il 25 marzo, giorno in cui si celebra la Memoria Liturgica dell'Annunciazione, è anche il Venerdì Santo: l'ufficialità, sancita con un verbale notarile, è arrivata ieri sera. Erano le 20,40 quando è stata rilevata "una lieve modificazione cromatica tendente al rosso in corrispondenza della base della scheggiatura apicale della Spina" documentata da alcuni scatti e filmati digitali. Il cambiamento è stato visibile per un'ora.

Dalle immagini ingrandite risulta anche "nella porzione centrale del fusto della Spina la presenza di macchie cromatiche che complessivamente lasciano intravedere un’immagine assimilabile ad un volto umano maschile". Le analisi sono state condotte dalla Commissione Scientifica composta dai professori Francesco Adduci (ordinario di Struttura della materia, Università di Bari) Aldo Di Fazio (responsabile UO di Medicina Legale A.S. MT) Francesco Introna, (ordinario di Medicina Legale, Università di Bari), Pasquale Montemurro (ordinario di Agronomia Generale, Università di Bari), Nicola Simonetti (medicina legale), Giorgina Specchia (ordinario di Ematologia, Università di Bari). Il colore della Spina è  statomonitorato e documentato attraverso una telecamera iperspettrale colorimetrica con l’illuminazione fornita da una sorgente a LED a luce fredda,il tutto visibile ai tanti fedeli attraverso uno schermo montato vicino all'altare maggiore, dove è stato esposto il reliquiario della Sacra Spina.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Maltempo: temporali e violente grandinate nel barese. Coldiretti: "Danni incalcolabili a ciliegie e ortaggi"

    • Cronaca

      Mola di Bari, travolto e ucciso da treno: muore 47enne

    • Cronaca

      Si fingeva avvocato e falsificava atti per truffare i clienti: arrestata 41enne

    • Cronaca

      Da Bari a Ostuni in trasferta per svaligiare abitazioni: quattro arresti

    Torna su