San Nicola nero, la statua esposta al pubblico nei giorni della festa

La cappella dell'Autorità portuale che custodisce il busto sarà aperta dall'alba di giovedì 7 al tramonto di sabato 9 maggio. L'esposizione sarà allestita dai tecnici del Petruzzelli mentre due musicisti dei Timpanisti Nicolaus Barium sosteranno davanti alla cappella richiamando l'attenzione del pubblico

Sarà esposta al pubblico dall'alba del 7 al tramonto del 9 la statua del San Nicola nero custodita all'interno della piccola cappella dell’Autorità portuale.

L’iniziativa è stata promossa dal Comitato San Nicola per consentire a fedeli e pellegrini di ammirare il busto del Santo nero, noto solo a pochi estimatori. Per l’occasione la fondazione Petruzzelli e Teatri di Bari studierà una scenografia suggestiva che valorizzi la statua, mentre due musicisti dei Timpanisti Nicolaus Barium sosteranno davanti alla cappella richiamando l’attenzione del pubblico.

Negli anni passati era consuetudine che la processione con la statua del Santo sostasse di fronte alla piccola cappella per rendere omaggio al San Nicola nero, protettore dei portuali, e quest’anno il Comitato San Nicola ha voluto esporre la statua in segno di attenzione nei confronti dei portuali baresi e dell’intera comunità dei fedeli del nostro santo patrono.

“L’idea che i nostri tecnici contribuiscano all’allestimento della nicchia dedicata al San Nicola nero, fra luci ed elementi scenici, rafforza il legame fra i baresi, il loro santo ed il loro teatro. Un Petruzzelli sempre più al servizio della città e dei suoi valori più autentici e cari”, ha commentato  il sovrintendente della Fondazione Massimo Biscardi.

“Viviamo anni di tensione, in cui la religione diventa strumento per alimentare paure, diffidenza e, nei casi peggiori, guerre civili sanguinarie - ha dichiarato l'assessore alle Culture e al Turismo Silvio Maselli-. Sull’altra sponda del Mediterraneo vivono popoli che ancora sono costretti a lasciare le proprie case e i propri affetti in nome delle discriminazioni religiose. A tutto questo noi rispondiamo evocando il culto e l’immagine del nostro santo bellissimo, dalla pelle di colore nero. Nero come la pelle delle persone che muoiono in terra e in mare alla ricerca di pace e libertà, nero come gli amici musulmani che vivono con la nostra stessa passione il loro culto. San Nicola è il santo più venerato al mondo, il santo portatore di un messaggio di pace e concordia  tra i popoli. Esporre il San Nicola nero nei giorni della sagra di maggio significa far risuonare forte il suo  messaggio di amore e di fratellanza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Tenta di attraversare con le sbarre in chiusura, auto resta bloccata al passaggio a livello

Torna su
BariToday è in caricamento