Sciopero del pubblico impiego: si fermano medici, poste e scuola

Nuova giornata di mobilitazione indetta da Cgil, Cisl, Uil e Ugl contro la manovra Monti. Ad incrociare le braccia saranno oggi dipendenti di uffici pubblici, ospedali e scuole. A Bari presidio di protesta in piazza Prefettura

Si apre con un nuovo sciopero che rischia di creare notevoli disagi ai cittadini la settimana che precede il Natale. Ad incrociare le braccia per la giornata di mobilitazione proclamata da Cgil, Cisl, Uil e Ugl contro la manovra Monti saranno oggi i lavoratori di tutte le categorie del pubblico impiego. A rischio quindi i servizi negli uffici pubblici, negli uffici postali, ma anche nelle scuole e negli ospedali.

Per quanto riguarda la scuola, docenti e ausiliari tecnici incroceranno le braccia solo nell’ultima ora di servizio, a fine lezioni. Intera giornata di mobilitazione invece per docenti universitari e ricercatori, così come per il personale medico e sanitario, compresi i veterinari, che si asterranno dal lavoro garantendo comunque i livelli essenziali di assistenza e le emergenze al pronto soccorso.

Lo sciopero riguarda anche gli uffici pubblici, che si fermeranno per 8 ore. Negli uffici postali il servizio potrebbe essere a rischio per le ultime 3 ore di turno lavorativo, mentre nei servizi energetici come acqua, petrolio, gas ed elettricità i lavoratori si fermeranno nelle prime tre ore del mattino garantendo i servizi indispensabili.

A Bari i sindacati hanno organizzato un presidio di protesta in piazza Prefettura, che si svolgerà dalle ore 9.30 alle 12.30.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

Torna su
BariToday è in caricamento