Sciopero dei treni a Bari, possibili disagi venerdì 24 ottobre

La mobilitazione indetta dai sindacati Or.S.A. e USB. Possibili disagi per i collegamenti ferroviari locali, regolari invece le Frecce Trenitalia

Possibili disagi per i collegamenti ferroviari nella giornata di venerdì 24 ottobre, a causa di uno sciopero proclamato dai sindacati USB e Orsa.

Secondo quanto comunicato da Trenitalia, le Frecce circoleranno regolarmente, mentre la "circolazione di alcuni treni Intercity che non rientrano tra quelli “garantiti” e di alcuni convogli regionali potrà invece essere oggetto di cancellazioni o limitazioni di percorso". "Informazioni sui collegamenti e servizi - informa Trenitalia - saranno disponibili anche nelle biglietterie e negli uffici assistenza delle stazioni ferroviarie, nelle agenzie di viaggio convenzionate e attraverso i new media del Gruppo FS Italiane, FSNEWS.it, la radio web FSNEWS Radio e l’account twitter @fsnews.it".

Secondo quanto comunicato invece da Ferrovie Appulo lucane, i servizi ferroviari e automobilistici saranno garantiti dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 12.30 alle 15.30. Potrebbero invece non essere garantiti i seguenti collegamenti:

Da Potenza per Bari:

TRENO 210/152 IN PARTENZA DA POTENZA INFERIORE SCALO ALLE ORE 8.19. POTREBBE NON TROVARE IL COLLEGAMENTO DA POTENZA S. MARIA ALLE ORE 8.37 E DA GRAVINA PER BARI CON TRENO 114 ALLE ORE 11.06;

TRENO 228/154 IN PARTENZA DA POTENZA INFERIORE SCALO ALLE ORE 13.10 E DA POTENZA S. MARIA ALLE ORE 13.22, POTREBBE NON TROVARE IL COLLEGAMENTO DA GRAVINA PER BARI CON TRENO 122 ALLE ORE 15.36;

TRENO 238/156 IN PARTENZA DA POTENZA INFERIORE SCALO ALLE ORE 14.16 E DA POTENZA S. MARIA ALLE ORE 14.35, POTREBBE NON TROVARE IL COLLEGAMENTO DA GENZANO PER GRAVINA CON TRENO 170 ALLE ORE 16.20 E DA GRAVINA PER BARI CON TRENO 126 ALLE ORE 17.39.

A Bari, l'Usb ha organizzato una manifestazione di protesta in Piazza Umberto, dalle 10.30 in poi. "Jobs Act, abolizione dello Statuto dei Lavoratori, precarietà per tutti i lavoratori, taglio dei fondi alla previdenza tramite il regalo del taglio IRAP alle imprese - si legge in una nota - sono solo alcuni dei provvedimenti con cui vecchi e giovani Lavoratori saranno costretti ad accettare moderne forme di schiavitù. Ribellarsi alla “teocrazia dei mercati” è un dovere per ogni Cittadino – Lavoratore che voglia difendere i diritti suoi e delle generazioni future".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Week-end del 14 e 15 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Non paga il parcheggiatore abusivo al molo San Nicola, ragazza trova l'auto danneggiata: "Ora basta"

  • Immobili, imprese e pizzerie a Santo Spirito e Bitonto: confiscati beni a pregiudicato

Torna su
BariToday è in caricamento