Scontri tra tifosi baresi e leccesi in autostrada a Cerignola: veicoli in fiamme

L'episodio si è verificato sulla carreggiata in direzione Napoli: i sostenitori biancorossi erano diretti in Campania e i salentini a Roma

Scontri tra tifosi del Bari e del Lecce si sono verificati, questa mattina, sull'autostrada A16 Napoli-Canosa, all'altezza di Cerignola, nel Foggiano. Le due tifoserie erano probabilmente dirette verso le destinazioni in cui le due squadre sono impegnate questo pomeriggio, ovveroCastellammare di Stabia per i biancorossi (la partita era contro la Cavese) e Roma per salentini.

Secondo le prime informazioni, gli scontri si sarebbero verificati all'altezza della carreggiata verso Napoli: in base a quanto riferito da alcuni tifosi del Lecce, i quali viaggiavano su bus, avrebbero trovato sulla strada 4 pullman con 200 tifosi baresi che avrebbero sbarrato la carreggiata: i supporters sarebbero poi scesi innescando gli scontri che hanno vuisto tre minivan danneggiati e un quarto in fiamme (foto in basso Ansa). Alcune persone sono rimaste ferite. Sul posto sono intervenute le Forze dell'Ordine e la Polstrada. Il tratto autostradale è stato chiuso in direzione Napoli: uscita obbligatoria a Cerignola Ovest e rientro dal casello di Candela. La circolazione è stata quindi riattivata.

scontri bari-lecce-2

In una nota la Ssc Bari ha espresso "la più ferma condanna per quanto accaduto quest’oggi sul tratto autostradale che collega la Puglia alla Campania. "Ogni forma di violenza è da condannare nel modo più assoluto; sono episodi che non hanno nulla a che vedere con i valori che la Società biancorossa e la città di Bari hanno da sempre promosso e sostenuto. Questi episodi sono da condannare in maniera netta e categorica. Coloro i quali si sono resi protagonisti di azioni così vili e violente, niente hanno a che fare con la civiltà e la sportività della maggior parte della tifoseria barese. In attesa che le autorità competenti facciano piena luce su quanto effettivamente accaduto, la Società esprime tutta la propria solidarietà all’US Lecce e ai suoi tifosi, unitamente agli auguri di una pronta e completa guarigione agli eventuali feriti" conclude  il club.

Il sindaco di Bari Antonio Decaro ha stigmatizzato l'episodio: “In una giornata in cui a Bari si è vissuto un momento di preghiera e di pace in un clima di serenità e accoglienza, le notizie che ci giungono di scontri avvenuti in autostrada, che ha visto coinvolti alcuni tifosi baresi, fanno ancora più male. Non credo ci siano parole per commentare l'accaduto, se non quelle di condanna assoluta, senza se e senza ma, verso azioni così vili e violente che nulla c'entrano con lo sport e i suoi valori. Da sindaco, da barese e da tifoso mi vergogno per loro e chiedo scusa a nome della città di Bari. La storia della nostra città e della squadra di calcio non ha niente a che fare con queste persone, che speriamo ricevano una punizione esemplare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

aggiornato 19.50

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tre nuovi casi in Puglia: due sono in provincia di Bari. Non si registrano decessi

  • Pesce e molluschi non tracciati pronti per la vendita: chiuso stabilimento ittico a Bari, scattano sanzioni salate

  • Spari nel bar affollato dopo la lite in strada, preso 32enne: era anche ricercato per traffico di droga

  • Tre nuovi casi di Coronavirus in Puglia: un contagio registrato in provincia di Bari

  • Vento forte e rischio temporali, maltempo in arrivo anche sul Barese

  • Traffico di droga, spaccio e auto rubate: blitz dei carabinieri nel Barese, sei arresti

Torna su
BariToday è in caricamento