Scontro treni, il Ministero chiede l'esclusione dal processo. I parenti delle vittime: "Noi presi in giro"

La richiesta del Mit, citato come responsabile civile, motivata con una questione di carattere formale. Il commento dei familiari rappresentati dall'Astip: "Traditi dallo Stato"

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) chiede di non partecipare al processo che vede imputate 18 persone per la strage sul binario unico Andria-Corato del 12 luglio 2016. Il Mit, citato come responsabile civile, ha motivato la sua richiesta di essere escluso dal procedimento per un aspetto di carattere formale, ritenendo incompleto il decreto di citazione.

La richiesta del Ministero, tuttavia, ha provocato rabbia e delusione nei familiari delle vittime (i morti furono 23). I parenti "si sentono traditi dallo Stato, presi in giro", ha detto Daniela Castellano, figlia di una delle vittime e presidente dell’Associazione strage treni Puglia (Astip) che rappresenta 15 famiglie, ricordando anche le "promesse" fatte dal ministro Toninelli nel corso della sua visita a luglio.

Nel processo si sono costituiti come responsabili civili anche Ferrotramviaria, società imputata nel procedimento per la responsabilità amministrativa degli enti, e la Regione Puglia, che, come il ministero, hanno chiesto l’esclusione. La decisione del giudice sarà resa nota nella prossima udienza del 18 ottobre.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • siamo soli in un mondo di marziani. 23 esseri umani in un tranquillo giorno di ritorno perdono la cosa più bella che Dio ci ha donato .....La Vita....Un Scontro un modo come tanti per dimenticarli...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Salvini a Bari: a Japigia la visita alla villa confiscata alla criminalità

  • Politica

    "Basta fomentare odio", gli studenti di Link accolgono Salvini con una 'barca' di messaggi

  • Cronaca

    Strada transennata a Santo Spirito dopo la sentenza, ma il Municipio si ribella: "Serve per il deflusso del traffico"

  • Cronaca

    Assalto al supermercato: armati minacciarono cassiere e clienti, presi baby rapinatori

I più letti della settimana

  • Netturbino ucciso davanti alla sede Amiu, 4 arresti per l'omicidio Amedeo: "L'ex amante commissionò il delitto"

  • Aereo colpito da un fulmine, paura tra i passeggeri in arrivo a Bari

  • Il nuovo film di Checco Zalone uscirà a Natale 2019: "Si chiamerà Tolo Tolo"

  • Lotte e alleanze per il potere, le 'comparanze' per espandersi oltre la città: i clan baresi fotografati dalla Dia

  • Omicidio Michele Amedeo davanti alla sede Amiu: i nomi dei quattro arrestati

  • Mafia e scommesse online, in 21 a processo. Tommy Parisi viola domiciliari e torna in carcere

Torna su
BariToday è in caricamento