Armi bianche in auto: sequestro della Finanza al porto di Bari

La Guardia di Finanza ha sequestrato in mattinata una decina di armi bianche rinvenute in una vettura appena sbarcata al porto e proveniente dall'Albania. Denunciato un uomo residente a Taranto

Due pistole elettriche 'Taser', due balestre, due coltelli, un machete, un guanto chiodato, uno spray urticante e vari accessori: è questo il cospicuo bottino sequestrato in mattinata dalla Guardia di Finanza di Bari, grazie alla collaborazione dell'Ufficio delle Dogane, durante un controllo finalizzato al contrasto dei traffici illeciti all'interno del porto di Bari.

Nel corso di una perquisizione di una Mercedes appena sbarcata dall'Albania, infatti, gli uomini delle forze dell'ordine rinvenivano le suddette armi bianche opportunamente occultate dal conducente del veicolo.

L'uomo alla guida dell'autovettura, un italiano di 54 anni residente a Taranto e già gravato di precedenti penali, è stato denunciato per possesso e porto illegale di armi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan Parisi-Palermiti-Milella: i nomi degli arrestati nel blitz dei carabinieri a Bari

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Alla guida senza patente e con addosso eroina, non si ferma all'alt della polizia: inseguimento da film in Tangenziale

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Le orecchiette di Bari vecchia finiscono sul New York Times: in prima pagina il "crimine della pasta"

  • L'arsenale dei Parisi-Palermiti-Milella in un anonimo appartamento di Japigia. Chili di cocaina pronti per i clan di tutta la città

Torna su
BariToday è in caricamento