Ritrovati sei chili di datteri a largo di Polignano, subacqueo sfuggito alla cattura

All'interno del retino in cui erano conservati i molluschi, era riposta anche l'attrezzatura utilizzata dai pescatori di frodo. I datteri sono stati buttati nuovamente in mare

Un martello - modificato per distruggere gli scogli -, una pinza ed un retino: questa l'attrezzatura sequestrata dalla Guardia Costiera di Monopoli durante un controllo nella zona marittima di 'Portalga', vicino Polignano a Mare. L'attrezzatura serviva ai pescatori di frodo di datteri di mare per recuperare il mollusco, di cui è vietata la raccolta. All'interno del retino in cui era riposta l'attrezzatura, infatti, era riposto anche il bottino dei subacquei: sei chilogrammi di datteri di mare.

I militari non sono però riusciti a risalire all'identità dei pescatori di frodo: insospettiti dall'arrivo della barca della Guarda Costiera, hanno abbandonato il retino sul fondale e sono scappati. Se fossero riusciti a venderlo, il quantitativo di datteri avrebbe fruttato loro più di 300 euro.I militari hanno denunciato l'accaduto alla Procura della Repubblica di Bari, che ha disposto di gettare in mare i molluschi ritrovati. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Week-end del 14 e 15 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

Torna su
BariToday è in caricamento