Bloccato per un controllo in autostrada: in macchina 54 chili di marijuana, arrestato

In manette un cittadino albanese residente nel Centro Italia: è stato bloccato dalla polizia stradale sull'A14 in corrispondenza della barriera di Bitonto

In autostrada con il carico di marijuana nel bagagliaio. Un cittadino albanese, residente stabilmente nel centro Italia, è stato bloccato e arrestato nei giorni scorsi dalla Polizia stradale della Sottosezione Polizia Stradale di Bari sud.

Durante un posto di controllo lungo l’autostrada A14 in corrispondenza della barriera di Bitonto, gli agenti hanno intimato l’alt alla Renault Laguna condotta dall'uomo.

Nel corso del controllo di polizia stradale, gli operatori venivano insospettiti dall’atteggiamento nervoso ed insofferente del conducente, sul cui conto gravavano diversi precedenti di polizia in materia di stupefacenti, oltre ad essere destinatario di un provvedimento di revoca della patente di guida.

Così gli agenti della Polstrada hanno approfondito i controlli e, grazie anche al fiuto del cane “Amira” in servizio presso la Squadra Cinofili della Questura di Bari, hanno rinvenuto e sequestrato circa 54 chilogrammi di marijuana, confezionata in 26 involucri rivestiti di plastica trasparente e abilmente occultati sotto la cappelliera del vano portabagagli.

Stupefacente e veicolo sono stati sequestrati mentre l’uomo, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, è stato condotto in carcere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Week-end del 14 e 15 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Non paga il parcheggiatore abusivo al molo San Nicola, ragazza trova l'auto danneggiata: "Ora basta"

  • Immobili, imprese e pizzerie a Santo Spirito e Bitonto: confiscati beni a pregiudicato

Torna su
BariToday è in caricamento