Gasolio dichiarato come olio vegetale: sequestrate 52 tonnellate in un tir nella stazione di Bari

Controlli effettuati da funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli di Bari, in collaborazione con la Guardia di Finanza. Denunciati i tre autisti del tir sottoposto alle verifiche

I funzionari dell’Agenzia Dogane e Monopoli di Bari, in collaborazione con la Guardia di Finanza, hanno sequestrato, nello scalo ferroviario di Bari, 52 tonnellate di prodotto energetico in contrabbando, rinvenuto in un autoarticolato. La merce, dichiarata come olio vegetale, prodotto non sottoposto al pagamento delle accise: gli accertamenti effettuati nel laboratrio Chimico delle Dogane, hanno permesso di appurare che in realtà si trattava di una "miscela assimilabile fiscalmente al gasolio". Denunciati i 3 autisti del mezzo. 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro nel ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento