Ikea vs sindacati: scontro sul rinnovo del contratto integrativo aziendale

L'azienda svedese ha deciso di annullare unilateralmente la contrattazione integrativa applicata agli oltre 6mila dipendenti dei 21 punti vendita italiani. Previste 16 ore di sciopero

Rottura tra Ikea e sindacati: l’azienda svedese ha deciso di annullare unilateralmente la contrattazione integrativa applicata agli oltre 6.000 dipendenti dei 21 punti vendita italiani.

Una decisione che arriva proprio nella fase iniziale dei negoziati di rinnovo del contratto integrativo aziendale e alla quale i sindacati di categoria Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs hanno risposto con la proclamazione dello stato di agitazione ed un pacchetto di 16 ore di sciopero - 8 a livello territoriale e 8 a livello nazionale - decise oggi al termine del coordinamento unitario convocato a Firenze.

"Un atto incomprensibile e spropositato" secondo il segretario nazionale della Fisascat Vincenzo Dell’Orefice – "in quanto il negoziato è solo alle battute iniziali”. "Per quel che ci riguarda – ha aggiunto Dell’Orefice – gli incontri già programmati per il 12 e 25 giugno restano confermati; in quella sede faremo quanto è necessario per ridare alle lavoratrici ed ai lavoratori un contratto integrativo capace di valorizzare il loro prezioso contributo professionale".

LA REPLICA DI IKEA - La risposta del gruppo svedese non si è fatta attendere ed è arrivata tramite un comunicato sul proprio sito ufficiale. Il gruppo scandinavo spiega di aver chiesto ai sindacati di posticipare di 2 mesi il termine ultimo per la rinegoziazione del contratto integrativo aziendale (che scade oggi 30 maggio ndr), nella convinzione di arrivare in breve ad un nuovo accordo. Ipotesi non accettata dai rappresentanti dei lavoratori: in questo modo si andrà incontro allo sciopero.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Rissa in strada al Libertà, intervengono le Forze dell'ordine: "Bottiglie di vetro usate come armi"

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

Torna su
BariToday è in caricamento