Progetto Cittadella della Giustizia, Alfonso Bonafede a Bari per visitare l'area delle ex Casermette

Il ministro della Giustizia torna in città dopo luglio per un sopralluogo negli spazi dove sorgerà il futulo polo giudiziario riunificato dopo l'inagibilità dell'ex procura di via Nazariantz

Il ministro Bonafede durante la visita a luglio

Un sopralluogo nell'area dove sorgerà la futura 'Cittadella della Giustizia' di Bari, possibile soluzione allo spezzettamento dei tribunali penali in città dopo la dichiarata inagibilità dell'ex Procura di via Nazariantz dalla scorsa primavera. A confermare la sua presenza nel capoluogo domani, è stato lo stesso ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, intervenendo durante la 'Giornata dell'orgoglio dell'Avvocatura'. Si tratta del secondo sopralluogo sul tema dell'emergenza giudiziaria barese, dopo quello di luglio all'interno della 'tendopoli' nel parcheggio dell'ex procura del quartiere Libertà.

E l'ha definita una 'tragedia per la giustizia' la temporanea sistemazione delle aule dei processi sotto le tende fornite dalla Protezione civile, poi trasformatasi "in 10 mesi in una situazione virtuosa" ha sottolineato, anche se tutt'oggi Procura e aule del tribunale sono organizzate in otto diverse sedi distaccate. Nel primo pomeriggio di domani il ministro Bonafede interverrà invece durante l'incontro con la stampa a Villa Romanazzi indetto dalla candidata sindaco del Moviemento 5 Stelle, Elisabetta Pani, incentrata proprio sui temi della legalità e della democrazia diretta.

Il progetto Cittadella della Giustizia

Va avanti intanto la progettazione della futura Cittadella della Giustizia, che l'amministrazione vorrebbe realizzare nell'area delle 'ex Casermette'. Dopo l'ok al progetto arrivato dalla Giunta comunale, a gennaio dello scorso anno è stato anche sottoscritto un accordo tra Ministero della Giustizia, Agenzia del Demanio, la Città metropolitana di Bari, il Comune di Bari e il Provveditorato interregionale alle Opere pubbliche, la Corte d’Appello di Bari e la Procura generale della Repubblica per l'avvio del procedimento di realizzazione dell'opera. Un anno dopo il sindaco Decaro aveva chiesto un incontro ufficiale con Bonafede, proprio per dare un'accelerata alle procedure.

Incontro che potrebbe quindi avvenire già domani dopo il sopralluogo del ministro, così da fare nuovi passi avanti e definire il cronoprogramma per l'avvio dei lavori della 'Cittadella' e dire addio una volta per tutte alla 'Giustizia spezzatino' tanto criticata da avvocati, magistrati e personale giudiziario.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Trema la terra nel Nord Barese: scossa di terremoto avvertita anche a Bari, gente in strada

  • Cronaca

    Picchia la compagna e tenta di uccidere il figlio di 4 mesi: arrestato 40enne

  • Comunali Bari 2019

    Comunali Bari 2019, le proposte dei candidati sindaco: focus con Elisabetta Pani

  • Attualità

    Bari scelta da 'Lonely Planet': è nella top ten delle mete europee da visitare nel 2019

I più letti della settimana

  • Pesciolini d'argento in casa: cosa sono e come difendersi

  • Trema la terra nel Nord Barese: scossa di terremoto avvertita anche a Bari, gente in strada

  • Traffico di droga sull'asse Verona-Bari: colpita 'cellula' del clan Di Cosola, 19 arresti

  • Approvato il piano assunzionale 2019 in Regione: previsti 416 nuovi contratti

  • L'autista cade dal tir e il mezzo prosegue la sua corsa: inseguimento da film sulla A14

  • Colpo all'alba in via Dante: furto nella gioielleria Gabriella Trizio

Torna su
BariToday è in caricamento