Sorpresi a rubare nel capannone di un'azienda sotto sequestro: due in manette

Un 63enne e un 20enne bloccati dalla polizia nella struttura alla zona industriale, mentre smontavano alcune pompe idrauliche

Sono stati sorpresi dalla polizia mentre all'interno di un opificio sotto sequestro erano intenti a smontare pompe idrauliche. In due  - un barese di 63 anni ed un bitontino di 20 anni - sono finiti in manette con l'accusa di tentato furto aggravato in concorso.

I poliziotti della Squadra Volante, unitamente ad un equipaggio del Commissariato di P.S. San Paolo, a seguito di una segnalazione giunta al 113, sono intervenuti presso la sede dell'azienda in Via Nickmann, sorprendendo i due ladri in un capannone.

Dopo le formalità di rito, entrambi sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Rissa in strada al Libertà, intervengono le Forze dell'ordine: "Bottiglie di vetro usate come armi"

Torna su
BariToday è in caricamento