Scoperta 'casa dello spaccio' a Japigia, in manette 32enne già ai domiciliari

Gli agenti di polizia hanno sequestrato nell'abitazione di Emanuele Fiorentino cocaina, marijuana e hashish già suddivise in dosi

La droga sequestrata

Una 'casa dello spaccio' nel quartiere Japigia, dove si potevano reperire cocaina, marijuana e hashish. A scoprirla nell'abitazione del 32enne Emanuele Fiorentino è stata ieri sera la polizia, che ha quindi arrestato l'uomo, già sottoposto alla misura della detenzione domiciliare con braccialetto elettronico.

Nell'appartamento del pregiudicato gli agenti hanno anche sequestrato diverse dosi di sostanze stupefacenti. Nascosti in diversi punti sono stati trovati 15 involucri di cocaina - dal peso complessivo di quasi sette grammi -, sette grammi di marijuana e sette grammi di hashish. L'uomo è stato arrestato in flagranza di reato per  detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e sarà sottoposto a giudizio direttissimo in mattinata.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Un anno di Casa delle Bambine e dei Bambini: "Sostegno concreto alle famiglie più sfortunate"

  • Cronaca

    Indagini sul crac Ciccolella, la FC Bari: "Società estranea agli accertamenti, nessuna perquisizione"

  • Cronaca

    Dal parco della rinascita al waterfront di San Cataldo: ecco le opere pubbliche finanziate fino al 2020

  • Cronaca

    Branco di cani in via Ranieri, residenti allarmati: "Già uccisi sei gatti, temiamo aggressioni"

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carrassi: ucciso 33enne

  • Scontro sulla statale 100, coinvolti sei mezzi: un morto e tre feriti

  • Omicidio Andolfi a Carrassi, sparati tre colpi: sicario finge controllo e lo uccide

  • Tre rapinatori irrompono in villa a Torre a Mare: pestato ragazzo 21enne

  • Sparatoria per strada a Madonnella: esplosi diversi colpi di pistola

  • Linguaggio in codice e giro d'affari da 2mila euro al giorno: "Così gestivano il mercato della droga nel Barese"

Torna su
BariToday è in caricamento