Spaccia nel parco al San Paolo, preso 21enne. In cantina il laboratorio per preparare le dosi

Il giovane è stato sorpreso dai carabinieri nel giardino di via De Ribera. Tra perquisizione personale e domiciliare, sequestrati in tutto 25 ovuli e 200 dosi di diverse sostanze stupefacenti tra hashish, marijuana, chetamina e MDMA

Sorpreso a spacciare nel giardino pubblico di via De Ribera, al San Paolo, trovato in possesso di diverse dosi di droga e arrestato dai carabinieri. In manette, con l'accusa di  detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, è finito nel weekend un 21enne pregiudicato del luogo.

I carabinieri, insospettiti dal via vai di ragazzi dal parchetto, hanno sorpreso il giovane in flagranza. Oltre alla perquisizione personale, i militari hanno esteso i controlli all'abitazione del 21enne. Sono stati così complessivamente rinvenuti e sequestrati circa 200 dosi e 25 ovuli di sostanze stupefacenti e psicotrope di varie tipologie (hashish, marijuana, chetamina e MDMA) oltre a tre buste contenenti altri 350 grami circa di marijuana e 195 euro, con ogni probabilità provento dello spaccio solamente di qualche ora. La droga era detenuta all’interno della una cantina di pertinenza dell’abitazione, divenuta un vero e proprio laboratorio per il confezionamento delle sostanze, pronte per essere spacciate.

Il giovane dopo essere stato arrestato in flagranza di reato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del processo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri in casa nel cuore della notte (con i proprietari dentro): è allarme furti nel Barese

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Via gli pneumatici, le auto parcheggiate finiscono 'sospese' sui sassi: ladri in azione a Bari

  • Apre il nuovo 'sottopasso giallo' di Bari Centrale: più largo, con ascensori e aperto anche alle bici

  • Stipendi in ritardo e negozio a rischio chiusura, lavoratori di Centro Convenienza in protesta: futuro incerto per 15 dipendenti

Torna su
BariToday è in caricamento