Agguato in via Calefati, morto Antonio Luisi

Il ragazzo era rimasto ferito insieme al padre durante una sparatoria avvenuta giovedì sera in un circolo ricreativo: era stato raggiunto da un colpo alla testa

Non ce l'ha fatta Antonio Luisi, il giovane di 27 anni rimasto ferito giovedì sera in un agguato avvenuto in un circolo ricreativo di via Calefati. Il ragazzo è morto questa mattina al Policlinico.

Antonio era stato colpito da un proiettile alla testa, probabilmente nel tentativo di difendere il padre Luigi, secondo gli investigatori vero obiettivo del sicario. Luigi Luisi, 46 anni, ritenuto vicino al clan Mercante, è stato raggiunto da tre colpi, di cui uno al torace. E' tuttora ricoverato in gravi condizioni al Policlinico.

A fare irruzione nel locale è stato un uomo con il volto coperto da un casco integrale, probabilmente atteso all'esterno da un complice in moto. Sull'accaduto indaga la polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina finisce nel sangue a Bari: vittima si rifiuta di consegnare il denaro, accoltellato alla gola e alle gambe

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Maxi operazione dei carabinieri tra Bari e Altamura: 50 arresti tra capi clan e affiliati, scacco matto ai D'Abramo-Sforza

  • Sangue e lacrime sulle strade del Barese: vittime perlopiù giovanissime, per gli incidenti stradali si muore di più

  • Ramo si spezza per il forte vento e lo investe in pieno: un morto nel Barese

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

Torna su
BariToday è in caricamento