Blitz della Municipale, sgomberato campo rom nei pressi dello stadio

Pochi giorni fa l'intervento per la presenza di un animale macellato in strada, oggi lo sgombero delle roulotte

Sgomberate le roulotte del campo nomadi allestito nei pressi dello Stadio San Nicola. In mattinata gli agenti della Polizia municipale sono intervenuti per allontanare le persone che da qualche tempo si erano insediate abusivamente nell'area.

Il blitz segue l'intervento di qualche giorno fa, quando polizia, vigili e guardie ecozoofile si erano recati sul posto in seguito alla segnalazione della presenza di un animale macellato e appeso ad un albero, che a dire degli occupanti del campo sarebbe stato consumato in occasione di una festa. A ciò si sommavano - come spiegato dal comandante della Municipale, Nicola Marzulli - le numerose segnalazioni raccolte negli ultimi tempi dalla polizia municipale, legate in particolare alle precarie condizioni igienico-sanitarie nell'area e all'abbandono di rifiuti.

In particolare, al momento dell'intervento nella zona era presenti sette camper, alcune tende e circa una trentina di persone di cui la metà minori.  Una decina di adulti si sono dileguati alla vista degli Agenti, che sono  però riusciti ad identificare sei soggetti di etnia rom per l'informativa all' A.G. per occupazione abusiva di suolo pubblico.

Le roulotte sono state tutte sgomberate ad eccezione di una, che ospita una donna sottoposta dal Tribunale ad obbligo di dimora nel campo rom. Due mezzi sono stati inoltre sottoposti a sequestro in quanto risultati sprovvisti da tempo di copertura assicurativa e revisione.

Sul posto, insieme alla Municipale, vista la presenza nel campo di donne e bambini, sono intervenuti anche gli operatori del Pronto intervento sociale dell'assessorato al Welfare: pare tuttavia che nessuno degli occupanti abbia accettato l'aiuto proposto dal Pis, come già avvenuto in precedenza.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • oltre ad essere stata una impresa da ammirare spero che fra un mese non ritornino e che questi provvedimenti siano allargati su altre zone intorno alla periferia non più molto lontana dal centro città. Bravo Dott.Marzulli e tutti i suoi collaboratori.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Disastro ferroviario Andria-Corato: dal Governo 10 milioni per le famiglie delle vittime

  • Cronaca

    Verso il G7 di maggio, monsignor Cacucci: "No alla violenza per strada"

  • Cronaca

    Nuovo 'look' per la scuola Balilla: al via i restauri delle facciate esterne

  • Cronaca

    Rifiuti bruciati abusivamente in zona stadio San Nicola: due denunce

I più letti della settimana

  • Scontro frontale tra Bmw e camion: grave automobilista

  • Scontro tra due camion sulla A1: muore camionista barese Alessandro Lippolis

  • La terra trema in Puglia: scosse di magnitudo 4 fino al confine tra Bari e Bat

  • Scomparso 25enne a Conversano: nessuna notizia dal 18 aprile

  • Incidente sul lungomare all'altezza di Torre Quetta: ferite gravemente tre persone

  • Modella perse la vita al ritorno dall'escursione, scattano indagini della Procura

Torna su
BariToday è in caricamento