Ancora bloccato il collegamento tra via Ricchioni e l'interporto: "Transenne a una settimana dalla bomba d'acqua"

Strada vicinale del tesoro era stata chiusa il 14 giugno per il forte acquazzone che aveva colpito la città, rendendo impraticabile la via. Sette giorni dopo è ancora tutto così

Dall'ondata di maltempo che aveva imperversato a Bari giovedì scorso, allagando e rendendo impraticabile diverse strade in città, è passata quasi una settimana. Eppure alcuni effetti dell'acquazzone ancora si vedono in città. Ne è un esempio strada vicinale del Tesoro, via di collegamento tra il quartiere San Paolo e la zona dell'interporto di Bari. Anche questa mattina, infatti, le transenne della polizia municipale bloccavano l'accesso alla strada, dove ancora permangono strisce di terriccio sul terreno, come mostrano le foto scattate sul posto dai lettori. Il cartello esposto impone a pedoni e automobilisti di non attraversare l'area, anche se negli scorsi giorni non sono mancati i 'furbacchioni' che hanno spostato le transenne per permettere la circolazione dei veicoli.

strada vicinale del tesoro-2

"E' possibile che dopo così tanto tempo una strada molto trafficata rimanga chiusa?" si chiede Angelo, residente di Ceglie che quotidianamente attraversa strada vicinale del tesoro. "Ora il traffico si riversa nelle stradine circostanti - conclude - congestionandole soprattutto per la presenza di diversi mezzi pesanti che vogliono raggiungere l'interporto e la zona industriale".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Week-end del 14 e 15 settembre 2019: gli eventi a Bari e provincia

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Non paga il parcheggiatore abusivo al molo San Nicola, ragazza trova l'auto danneggiata: "Ora basta"

  • Immobili, imprese e pizzerie a Santo Spirito e Bitonto: confiscati beni a pregiudicato

Torna su
BariToday è in caricamento