Strage di Sannicandro, giovedì i funerali. Proclamato il lutto cittadino

Le esequie delle quattro vittime saranno celebrate giovedì pomeriggio. Per l'intera giornata il sindaco, Vito Novielli, ha dichiarato il lutto cittadino. Intanto le autopsie avrebbero confermato l'ipotesi dell'omicidio-suicidio

Redazione 8 maggio 2013

Una giornata di lutto cittadino nel giorno dei funerali della famiglia Piccolo: lo ha deciso e annunciato oggi il sindaco di Sannicandro, Vito Novielli, che ha dichiarato il lutto per giovedì, giorno in cui, nel pomeriggio alle 16.30 presso la Chiesa di Santa Maria Assunta, si celebreranno le esequie di Michele Piccolo, di sua moglie Maria Chimienti, vicesindaco del Comune di Sannicandro, e dei loro figli Letizia e Claudio.

Al termine delle autopsie, eseguite ieri nel Policlinico di Bari e nell'ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti, la Procura ha dato il nulla osta, riconsegnando i corpi alle famiglie.

Come si è appreso già nella serata di ieri, le autopsie avrebbero confermato l'ipotesi già più accreditata dagli investigatori, ovvero quella dell'omicidio-suicidio.

"E' una vicenda che davvero scuote tutti, - ha detto all'ANSA il sindaco Novielli - che ci lascia con un vuoto da un lato e con un senso di bisogno straordinario di fare in modo che l'intera comunità si stringa intorno alle famiglie, che sappia ritrovare nella solidarietà anche il modo per reagire". Quello del sindaco è un appello a "rendere i rapporti più profondi, meno superficiali", un invito ai cittadini di Sannicandro ad essere "vicini alle sofferenze manifestate e a quello meno manifestate, per vivere relazioni in maniera intensa e saper esprimere fratellanza".

Annuncio promozionale

Sannicandro di Bari
strage di sannicandro

Commenti