Pescano ricci di mare a Vieste, multati quattro sub baresi

Per i quattro è scattata una multa di 6mila euro: stavano utilizzando un autorespiratore, il cui utilizzo è vietato nella pesca sportiva subacquea

Le attrezzature sequestrate

Quattro sub baresi sono stati multati dalla Guardia Costiera di Vieste sabato notte. I quattro sono stati sorpresi a pescare ricci con l'ausilio di un autorespiratore, il cui utilizzo è vietato nella pesca sportiva subacquea.

Per i quattro è scattato il sequestro delle attrezzature e una multa di 6mila euro, mentre l'ingente quantitativo di ricci già pescati è stato gettato nuovamente in acqua.

I DIVIETI - Per legge la pesca sportiva subacquea con l’uso dell’autorespiratore è vietata, mentre la pesca del riccio di mare è vietata nel mese di maggio e giugno. Il sub in apnea invece, in regolare possesso del tesserino del pescatore sportivo, può pescare un quantitativo di ricci di mare non superiore ai 50 esemplari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Coronavirus, caso sospetto a Bari: accertamenti su paziente ricoverata al Policlinico, rientrava dalla Cina

  • Ludovica volata via a soli 18 anni, il Ministero le concede il diploma alla memoria: "Una borsa di studio in suo onore"

  • La dea bendata bacia anche Rutigliano: sbancato il gratta e vinci, fortunato si aggiudica 2 milioni di euro

  • "Da qui non esci vivo", imprenditore vittima d'estorsione legato e minacciato per una denuncia: arrestato 'U can'

  • Auto in sosta 'impacchettata' con la carta regalo: "Hai capito che qui non devi parcheggiare?"

Torna su
BariToday è in caricamento