Intasca tremila euro da un imprenditore: arrestato dirigente del Policlinico

L'uomo è stato fermato dai militari della Guardia di Finanza: è accusato di aver preso la somma di denaro dal rappresentante legale di un'impresa titolare di un appalto in proroga con l'azienda ospedaliera

Un dirigente del Policlinico è stato arrestato nel pomeriggio dai militari della Guardia di Finanza con l'accusa di concussione.

I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari- Gruppo Tutela Spesa Pubblica-Sezione Anticorruzione, coordinati e diretti dalla Procura della Repubblica di Bari, al termine di una complessa attività di indagine, hanno fermato l'uomo, Giovanni Giannoccaro, dirigente responsabile dell'Area Risorse Finanziarie dell'Azienda Ospedaliera Consorziale Policlinico di Bari. 

Il dirigente è stato bloccato subito dopo aver ricevuto la somma di tremila euro dal rappresentante legale di un'impresa operante nel settore della riproduzione dei supporti registrati, titolare - spiega una nota della Procura - di un contratto di appalto per l'archiviazione documentale, in proroga, stipulato con l'Azienda Consorziale Policlinico di Bari. Dopo l'arresto l'uomo è stato condotto in carcere.

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

I più letti della settimana

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Branco di lupi assalta allevamento nel Barese: "Decine di capre uccise"

  • Schianto in Tangenziale, auto finisce contro barriere tra Poggiofranco e Carrassi: code e rallentamenti

Torna su
BariToday è in caricamento