Tartaruga decapitata viva e gettata in mare, carcassa recuperata a Giovinazzo: "Atto barbaro"

A ritrovarla, i volontari del Centro Recupero Tartarughe marine Wwf Molfetta: "Gli individui che hanno fatto questo dovrebbero comprendere il danno che causano, persino a se stessi, ed il dolore che provocano"

Foto Crt Wwf Molfetta

Prima l'hanno decapitata viva con un coltello, poi hanno brutalizzato la carcassa infilando un ramo nella ferita e successivamente l'hanno abbandonata in mare: la carcassa di una tartaruga è stata recuperata dai volontari del Crt Wwf Molfetta sulla spiaggia di Giovinazzo. Non è ancora chiaro da dove provenga ma è abbastanza visibile il modo barbaro con cui è stata uccisa da ignoti: "Ammazzare crudelmente le tartarughe marine, invece di aiutarle e salvarle, è disumano - affermano dal Crt -  Gli individui che hanno fatto questo ad una tartaruga indifesa dovrebbero comprendere il danno che causano, persino a se stessi, ed il dolore che provocano. È impossibile tollerare certi comportamenti figli dell'ignoranza".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito mentre attraversa la Tangenziale: un morto. Traffico bloccato sulla Statale 16

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Pitbull senza guinzaglio semina il panico in pizzeria: si avventa contro cagnolino e lo uccide

  • Schianto con la moto alla zona industriale: muore ragazzo di 17 anni, ferito l'amico

  • Sparatoria tra la folla nel centro storico di Bitritto: feriti un passante e un pregiudicato

  • Incidente in Tangenziale all'altezza di Santa Fara: traffico in tilt e code per chilometri

Torna su
BariToday è in caricamento