Tartarughe marine, anno tragico: oltre 100 rinvenute morte in Puglia

A riferirlo il Centro recupero di Molfetta che parla di "dato catastrofico". Sotto accusa, l'utilizzo delle reti a strascico per la pesca. Diversi esemplari hanno anche ingerito ami e lenze

Oltre 100 esemplari di tartarughe marine sono state rinvenute morte in Puglia nel 2014, sul litorale compreso tra Zapponeta (Foggia) e Monopoli (Bari). A riferirlo, il Centro recupero tartarughe marine di Molfetta che definisce "catastrofico" il bilancio di quest'anno. In una nota, la struttura ritiene che i decessi siano  "certamente avvenuti per mano dell'uomo, come testimoniano le lesioni macroscopiche alle carcasse".

Sotto accusa l'utilizzo delle reti a strascico per la pesca, ma diverse tartarughe recuperate hanno ingerito anche ami e lenze. "Gli esemplari ormai privi di vita restano in mare anche per diversi mesi - si aggiunge nella nota - e vengono riportati a riva dalle mareggiate ormai in avanzato stato di decomposizione. Su di essi, quindi, non e' possibile effettuare le necroscopie che svelerebbero altre eventuali cause del decesso". Dei giorni scorsi, il ritrovamento di una carcassa di tartaruga sulla spiaggia di Pane e Pomodoro a Bari.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Rissa in strada al Libertà, intervengono le Forze dell'ordine: "Bottiglie di vetro usate come armi"

  • Furto notturno nella stazione di servizio: ladri in fuga dalla polizia si schiantano contro recinzione

Torna su
BariToday è in caricamento