Tragedia a Fesca, ragazzino di 13 anni si uccide con la pistola del padre poliziotto

L'episodio è avvenuto ieri pomeriggio nel quartiere a nord di Bari. Il minore si sarebbe sparato alla tempia. La Magistratura non ipotizza al momento responsabilità penali

Un ragazzino di 13 anni è morto, ieri pomeriggio, a Fesca, rione nella zona nord di Bari: in base alle prime notizie il minore si sarebbe tolto la vita sparandosi alla testa nell'abitazione di famiglia, utilizzando la pistola del padre, un poliziotto. Avviate le indagini: i magistrati baresi hanno aperto un fascicolo per istigazione al suicidio (è un atto dovuto). 

Al momento sono in corso accertamenti sul telefono e sul cellulare del ragazzo, per determinare quali cause possano averlo portato ad uccidersi. Sul corpo non sarà disposta l'autopsia.

Potrebbe interessarti

  • Perchè le zanzare pungono proprio te?

  • C'era una volta la 'Cialdèdde'

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

  • Forno a microonde, quali sono i reali rischi per la salute?

I più letti della settimana

  • Violento nubifragio si abbatte su Bari: grandine e forte pioggia, disagi dal centro alle periferie

  • Nubifragio nella notte in città, tromba d'aria a Torre a Mare: danni alle barche e ai locali della piazzetta

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Furti di auto nei park & ride e nei parcheggi degli ospedali: i nomi dei 6 arrestati

  • Rischio acquazzoni estivi nel Barese, la Protezione civile lancia l'allerta meteo gialla

  • "Due minuti per un furto", presa banda di ladri d'auto: colpi nei park&ride e negli ospedali

Torna su
BariToday è in caricamento