Palagiustizia di via Nazariantz inagibile, le udienze di rinvio si svolgeranno in tre tende

La decisione è stata dalla Regione Puglia su richiesta del procuratore di Bari, Giuseppe Volpe, e del presidente del Tribunale, Domenico De Facendis. Nelle prossime ore gli operai monteranno le tensostrutture

Da lunedì le udienze di rinvio del Tribunale di Bari, previste nel Palagiustizia di via Nazariantz, si svolgeranno in tre tensostrutture nel cortile antistante il complesso, dichiarato inagibile a causa di criticità strutturali gravi. La decisione è stata ufficializzata dalla Regione Puglia su richiesta del procuratore di Bari, Giuseppe Volpe, e del presidente del Tribunale, Domenico De Facendis.

Il procuratore Volpe: "Il Ministero sapeva da 15 anni dei problemi"

Al termine di un confronto tra i vertici degli uffici giudiziari baresi, il vicepresidente pugliese, Antonio Nunziante, d'intesa con il governatore Michele Emiliano, ha consentito un primo sopralluogo da parte della Protezione Civile regionale nel palazzo dove verranno installate le tensostrutture. La più grande si estenderà per 200 mq mentre le altre due 75mq: permetteranno di celebrare le udienze di rinvio dei processi ordinari. Le altre, con detenuti, saranno invece regolarmente effettuate nelle altre sedi giudiziarie di piazza De Nicola e Bitonto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola esplosi per strada a San Pio: morto pregiudicato 39enne

  • Agguato a San Pio, indagini a tutto campo per l'omicidio Ranieri: forse faida interna agli Strisciuglio

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

Torna su
BariToday è in caricamento