Batterio della Xylella infetta ulivo vicino Monopoli: "Fascia di contenimento estesa di 10 km"

Si avvicina al capoluogo il problema che da anni interessa gli ulivi del Salento: a gennaio potrebbe essere riperimetrata la zona infetta, addentrandosi sempre di più nel Barese

Immagine di repertorio

Un ulivo colpito da Xylella, il batterio che causa l'essiccamento dell'albero, è stato trovato nella provincia di Bari, nelle campagne tra Monopoli e Castellana Grotte. La notizia è stata ripostata da alcuni quotidiani, nei giorni scorsi. Una delle possibili conseguenze della scoperta potrebbe comportare l'estensione della della zona della fascia di contenimento avvicinandosi sempre di più al capoluogo. Ad annunciarlo è il direttore dell'Osservatorio fitosanitario della Regione Puglia, Giuseppe Tedeschi. L'effettivo spostamento della fascia potrebbe essere attivo dall'inizio di gennaio, quindi verrà modificata l'attuale perimetrazione della zona infetta e si procederà anche con la eradicazione degli ulivi nel raggio di 100 metri da quello colpito dal batterio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

  • "C'è un feto nel cassonetto" a Carbonara, i Carabinieri ritrovano resti organici: sono interiora di animali

Torna su
BariToday è in caricamento