Via Argiro, Ferorelli: “Stanchi di aspettare il Comune, a settembre arrivano gli arredi”

Il Presidente della circoscrizione San Nicola-Murat: "Entro il 30 settembre installeremo fioriere, panchine ed alberelli"

Asfalto, fioriere e panchine. Non è arrivato nulla di quanto promesso su via Argiro, il nuovo corso pedonale della città. L’esperimento della pedonalizzazione sembra funzionare, tanto che l’amministrazione comunale ha confermato la destinazione ad “isola pedonale” anche per il prossimo futuro. Fatta eccezione per “Chocolando”, la rassegna dedicata al cioccolato che tante polemiche ha sollevato dal punto di vista organizzativo (con i camion parcheggiati davanti alle vetrine delle boutique, ndr), la strada ha dimostrato di saper accogliere anche altri esperimenti culturali, come la rassegna “Orti in città” e la mostra fotografica “Good Morning Africa”.

Ma a distanza di alcuni mesi, oltre agli alberelli collocati tra una strada e l’altra, non c’è nulla che faccia ricordare la presenza di un corso pedonale vero e proprio. L’asfalto è dissestato, i marciapiedi sono sconnessi. Di panchine e fioriere nessuna traccia. Mario Ferorelli, presidente della circoscrizione San Nicola-Murat, è però stufo di aspettare: “Prometto ai cittadini che entro il 30 settembre realizzeremo l’intero arredo della strada, per il quale abbiamo messo da parte 40mila euro”. Il progetto di restyling del corso prevede che la Circoscrizione versi la stessa quota del Comune di Bari. Allo stesso tempo è stato individuato un imprenditore edile, pronto a versare una cifra vicina a quella erogata dai due enti, a patto di gestire la pubblicità sull’intera strada.

“Non voglio fare polemiche con nessuno, ma siamo stanchi di aspettare - ribadisce Ferorelli -. Non possiamo più attendere che il Comune sigli l’intesa con il privato per iniziare a fare qualcosa per via Argiro. Commercianti, residenti e cittadini ci chiedono di fare qualcosa ed io mi attiverò subito perché si capisca che la circoscrizione ha fatto quello che si era impegnato di realizzare. Bandiremo una gara, affideremo i lavori e dopo l’estate via Argiro avrà l’arredo che merita” .

Antonio Decaro, consigliere del sindaco delegato alla Mobilità, risponde a Ferorelli dicendo che spetta alla circoscrizione siglare l’intesa con il privato. “Nessuna polemica con Decaro, ma sono gli uffici comunali che dovrebbero attivarsi per redigere questo protocollo d’intesa, del resto parliamo dell’assessorato al Bilancio, di colleghi della Giunta, che meglio di me potrebbero definire un quadro di accordo”. Per l’erogazione dei soldi del Comune, invece, occorre che sia approvato il Bilancio 2012.

Il tempo corre, i commercianti richiedono risposte celeri e i baresi meritano una strada pedonale degna di questo nome. Vedremo quanto altro tempo occorre aspettare.
 

Potrebbe interessarti

  • Le tignole mangiano il guardaroba: i rimedi per eliminarle dal nostro armadio

  • Lattosio e intolleranza: come riconoscere i sintomi

  • Bocca in fiamme per il peperoncino? I rimedi per togliere il bruciore

  • Dolce al palato e ricco di proprietà: i benefici del fico

I più letti della settimana

  • "Le urla, poi quel bimbo adagiato sugli scogli: in quel momento abbiamo pensato solo a ciò che potevamo fare"

  • Scomparso da due giorni a Modugno: 52enne ritrovato senza vita

  • Schianto in autostrada al rientro dalle vacanze: muore uomo di Bitritto, grave la moglie

  • Weekend del 24 e 25 agosto: tutti gli eventi a Bari e provincia

  • Tentato omicidio Gesuito in zona Cecilia, arrestato il boss Andrea Montani: "Agì per vendicare morte del figlio"

  • Da Bari a Casamassima per rapinare una farmacia, ma la polizia è sulle loro tracce: colpo sventato, tre in manette

Torna su
BariToday è in caricamento