Via Manzoni: le proposte dei residenti per far rifiorire la “strada del commercio”

Chiesto un incontro con l'amministrazione comunale per discutere delle proposte di residenti e commercianti della zona per rivitalizzare un'area fortemente colpita dalla crisi economica e lasciata a sé stessa

Da circa un anno è stato costituito il Comitato Residenti di via Manzoni, un organismo composto da comuni cittadini il cui obiettivo è avviare e sostenere iniziative culturali e sociali per dare nuovo impulso a quella che una volta era la “via del commercio” e migliorare la qualità della vita dei residenti.

Proprio in questi giorni il Comitato ha protocollato la richiesta di un incontro con l’amministrazione comunale, allegando ad essa un documento programmatico contenente una serie di proposte per rivitalizzare l’area di via Manzoni, afflitta da una tangibile .

La Redazione di BariToday ha contattato uno dei firmatari del documento, Alessandro Montecalvo per apprendere ulteriori dettagli. “Il comitato è nato circa un anno fa – racconta Montecalvo -. È la prima volta che usciamo con una proposta di questo tipo. Vorremmo approfittare di questo periodo in cui questa zona è sotto la lente d’ingrandimento per via di vari progetti del Comune, per cui ci sembra un momento propizio per proporre iniziative”.

Il documento firmato congiuntamente da “Arca Centro di iniziativa democratica” e dal “Comitato Residenti di via Manzoni” (e consultabile integralmente qui) contiene molteplici proposte: da modifiche alla viabilità, ad iniziative per favorire il commercio, eventi, la creazione e valorizzazione dei luoghi per favorire l’aggregazione sociale e l’integrazione delle numerose comunità etniche ormai parte del tessuto sociale del quartiere.

“Il programma che abbiamo presentato è molto ampio e dettagliato – continua Montecalvo - perché la zona è in forte crisi per una lunga serie di fattori, per cui abbiamo impiegato qualche mese per analizzare e dibattere ogni punto. Tra le proposte una di quelle che ci sta più a cuore riguarda la sperimentazione della chiusura al traffico durante le feste natalizie”.

Un altro aspetto che interessa molto i residenti è quello della sicurezza: tra le richieste del Comitato, infatti, vi è quella di un “maggiore presidio da parte delle forze dell’ordine, specie nell’orario di chiusura dei negozi e nelle ore notturne, momenti della giornata in cui si concentrano situazioni critiche”.

Sicurezza che potrebbe essere garantita anche dall’aggiunta di nuove telecamere o dal ripristino di quelle già esistenti in piazza Risorgimento, che però a detta di Montecalvo “non hanno un grandangolo tale da garantire l’individuazione dei vandali che hanno danneggiato gli arredi della piazza e imbrattato l’edificio scolastico Garibaldi con scritte e volgarità.

Le proposte del comitato hanno suscitato l’interesse e l’approvazione di gran parte dei residenti dell’area. Il Comitato, attraverso la propria pagina Facebook ha anche promosso un sondaggio a partecipazione volontaria (che pertanto ha un valore puramente indicativo, come ci tiene a precisare lo stesso Montecalvo) al quale il 90% degli intervistati ha risposto di credere nella possibilità di una via Manzoni intesa anche come luogo di svago, e in cui il 75% dei partecipanti si è detto favorevole alla chiusura al traffico durante il periodo delle feste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

Torna su
BariToday è in caricamento