Via Venezia, la scala per la Basilica è ancora chiusa

Non ancora partito il cantiere. Lacarra: "Abbiamo avuto dei problemi, fra massimo 15 giorni inizieranno i lavori"

Il cantiere sarebbe dovuto partire a giugno. Almeno questi erano i programmi espressi ai nostri microfoni dall’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Marco Lacarra. Ma ad oggi nulla sembra essere cambiato. La scala che da via Venezia porta nel borgo antico è ancora bloccata. Le recinzioni provvisorie fanno pensare a dei lavori in corso, ma la situazione è tutt’altro che in divenire.

L’interno della scala altro non è che una discarica a cielo aperto. Bottiglie di vetro, scarpe rotte, indumenti, cartacce, avanzi di cibo, ombrelli rotti ed erbacce varie ricoprono la struttura. La scala conduce direttamente nei pressi della Basilica San Nicola e rappresenta un crocevia essenziale della mobilità interna al borgo antico sia per i residenti che per i turisti.

“E’ un peccato dover far un giro così largo per arrivare in Basilica – commenta Antonio Venturi, della provincia di Torino -. Trovo la Città vecchia abbastanza pulita ma quello che ho visto all’interno di questa scala è davvero spaventoso”. Stesso disagio lo vivono gli abitanti di Bari Vecchia. “Ma quanto ci vuole a mettere a posto questa scala? Sono quattro mesi che la situazione non cambia”, reclama Pinuccio L., 70 anni.

L’assessore Lacarra però tranquillizza tutti: “Entro massimo 15 giorni il cantiere sarà aperto, un problema tecnico ha impedito che iniziassimo prima, ma ora è tutto pronto”. Il Comune si occuperà di rimettere a norma la scala, intervenendo sulla staticità sia del montante dei gradini che del muro ad esso adiacente, mentre l'associazione 'Ambiente Italia' darà il suo contributo per ripulire il vano scale e aggiustare il vascone posto su via Venezia. Costo dell’intervento: circa 25mila euro.

“Ci rendiamo conto del disagio, ma purtroppo le procedure ci impongono questi tempi – conclude Lacarra -  Avremmo voluto iniziare prima, ma c’è stato un intoppo tecnico. Credo che fra massimo due mesi e mezzo la scala possa ritornare ad essere frequentata dai pedoni”. Pellegrini, turisti e residenti se lo augurano.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento