Voto di scambio alle elezioni regionali, chieste cinque condanne

Secondo l'accusa gli imputati avrebbero cercato di inquinare gli esiti della consultazione, invitando gli elettori a votare per un candidato, ricorrendo alla "forza intimidatrice" del clan Di Cosola

Cinque condanne, a pene comprese tra i 20 anni e i 12 anni e 8 mesi di reclusione, sono state chieste dalla Dda di Bari per gli imputati del procedimento sul presunto voto di scambio alla elezioni regionali del 2015.

I cinque imputati, pregiudicati ritenuti affiliati al clan Di Cosola, sono accusati a vario titolo di associazione mafiosa, voto di scambio e coercizione elettorale. In particolare quattro di essi avrebbero fermato gli elettori per strada invitandoli, con minacce e intimidazioni, a votare per Natale Mariella (poi non eletto e attualmente indagato in un altro procedimento), candidato nella lista dei 'Popolarì a sostegno di Michele Emiliano presidente. Gli imputati avrebbero fatto ciò, secondo le indagini della magistratura,  avvalendosi della forza intimidatrice del clan Di Cosola e dicendo agli elettori che avrebbero verificato il voto, cercando così di condizionarne le scelte.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Aborto e obiezione di coscienza, no del Consiglio regionale alla proposta per garantire legge 194

  • Cronaca

    Tribunale di via Nazariantz verso lo sgombero per i lavori, il procuratore: "Al 90% chiudiamo e andiamo"

  • Sport

    Bari-Cittadella, parte la vendita dei biglietti ma è caos sul playoff coi veneti

  • Green

    Coste baresi sporche, Greenpeace: "A Pane e Pomodoro oltre la metà dei rifiuti è di polistirolo"

I più letti della settimana

  • Sui banchi dal 20 settembre, la Regione fissa il calendario del nuovo anno scolastico

  • A bordo della Ferrari si scontra con un furgone: incidente mortale a Palo del Colle

  • Un medico del Miulli è il miglior cardiologo d'Italia: Massimo Grimaldi vince i Top Doctor Awards

  • Quattro giorni dedicati al cibo di strada: a parco 2 Giugno torna 'Gnam'

  • Timbrava il cartellino, poi si allontanava dal posto di lavoro: arrestato medico al 'Di Venere'

  • Ragazzina violentata per oltre un anno e mezzo a Bari: due a processo

Torna su
BariToday è in caricamento