Alternanza scuola lavoro: Confcommercio Bari Bat ed Ebiter sottoscrivono intesa con l’istituto Colamonico – Chiarulli

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La Confcommercio Bari BAT e l’Ente Bilaterale del Terziario (EBITER) ancora una volta sono protagonisti accanto alle istituzioni, di interventi rivolti a creare sinergie non solo per le categorie che rappresentano, ma a beneficio dello sviluppo sociale ed economico del territorio e con particolare attenzioni alle realtà del Comune di Acquaviva delle Fonti. A tal proposito è stata sottoscritta un’intesa fra il l’Istituto Colamonico – Chiarulli di Acquaviva delle Fonti e le due associazione per il progetto di Alternanza Scuola Lavoro. «Lo scopo– spiega Leo Carriera Direttore di Confcommercio BARI BAT– è quello di diffondere presso le aziende locali una cultura dell’alternanza scuola lavoro di qualità, fornendo sia una panoramica generale sul tema, sia indicazioni specifiche e relative opportunità per le aziende che attivano percorsi, e la gestione dei relativi percorsi da ospitare. L’utilizzo di percorsi di alternanza scuola-lavoro genera benefici per l’impresa, che può formare un giovane secondo le proprie esigenze; per lo studente, che acquisisce esperienza e competenze specifiche per il mercato del lavoro; per la scuola, che ottimizza l’efficienza del percorso formativo” “In quest’ottica - aggiunge Vito Abrusci Delegato di Confcommercio di Acquaviva delle Fonti e dell’Ente Bilaterale del Terziario - ritengo sia fondamentale, per le imprese del terziario che rappresentiamo, realizzare percorsi di alternanza scuola-lavoro per coinvolgere i commercianti del nostro Comune, e siamo certi che tali esperienze rappresenteranno per gli studenti un valore aggiunto alla formazione di base, affinché le aziende in seguito possano accogliere giovani già formati. Mi auguro che questa iniziativa, considerati gli indirizzi scolastici dei ragazzi, si possa inserire nel DUC del comune di Acquaviva, non appena sarà avviato con l’amministrazione comunale” A tal proposito è stato realizzato il primo seminario formativo con gli alunni della scuola Colamonico – Chiarulli che ha interessato i percorsi economico–aziendali dell’Istituto, sulla FATTURAZIONE ELETTRONICA che andrà in vigore il 1/1/2019, alla presenza anche delle aziende cittadine. Soddisfazione è stata espressa dalla Dirigente Scolastica Prof. Chiara Losurdo, in quanto queste attività risultano interessanti per la scuola, essendo preparatorie all’esperienza che gli stessi faranno all’interno degli studi commerciali cittadini e delle aziende, formare un alunno sulla fatturazione elettronica, vuol dire avere una scuola al passo con i tempi. Tra gli obiettivi del partenariato, che ha una durata di tre anni, lo scambio di contenuti, metodi e strumenti in relazione alle politiche di intervento per il rafforzamento delle competenze e al miglioramento delle condizioni di occupabilità dei giovani studenti e per la loro integrazione nei contesti di impresa e, la diffusione degli strumenti finanziari pubblici disponibili per l’auto impiego, la creazione di impresa e/o attivazione sul mercato del lavoro per giovani diplomati. “L’alternanza scuola-lavoro è una conquista-aggiunge Mauro Portoso Direttore dell’EBITER Bari -BAT. Se abbiamo deciso di partire con un progetto di alternanza scuola- è perché riteniamo l’alternanza una questione cruciale per la formazione delle future generazioni, per migliorare la capacità dei giovani di fare scelte di studi consapevoli e di orientarsi adeguatamente per quando dovranno cercare un lavoro.

Torna su
BariToday è in caricamento