In due settimane il piano di rilancio della Banca Popolare di Bari: "Contatti intensi" per salvare l'istituto

Prosegue il "programma di incontri e contatti con investitori istituzionali" che mira "al rafforzamento patrimoniale" dell'istituto pugliese

La Banca Popolare di Bari "conferma che il programma di incontri e contatti con investitori istituzionali" che mira "al rafforzamento patrimoniale" dell'istituto pugliese "prosegue intensamente". In una nota dell'istituto bancario barese, si legge che "l'obiettivo è di pervenire entro le prossime due settimane all'approvazione di un piano industriale e patrimoniale concordato tra le parti".

Nella giornata di ieri, al Fondo Interbancario di Tutela dei depositi è arrivata una richiesta di sostegno da parte di BpB per poter risolvere la difficile situazione patrimonale dell'istituto. Nell'operazione dovrebbe anche affiancarsi l'intervento della controllata statale MedioCredito Centrale: l'operazione potrebbe aggirarsi attorno al miliardo di euro. 

Per raddrizzare la sua situazione patrimoniale, il gruppo pugliese ha chiesto aiuto al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, a cui si dovrebbe affiancare la controllata statale MedioCredito Centrale, nell'ambito di un intervento che si stima possa aggirarsi attorno al miliardo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bari 'spartita' tra 11 clan, la mappa della malavita in città e in provincia: "Panorama in continua evoluzione"

  • Trema la terra nel Barese: scossa di terremoto ad Alberobello

  • Addio a Mimmo Lerario, scomparso lo storico chef del ristorante Ai 2 Ghiottoni

  • Traffico di droga, blitz della polizia: smantellata organizzazione transnazionale italo-albanese

  • Sete da cammello e notte insonne dopo aver mangiato la pizza: perchè succede?

  • Pos obbligatorio dal 2020 per tutti i commercianti italiani: come e quando munirsi per i pagamenti

Torna su
BariToday è in caricamento