"Ferragosto con le persone, non tra le cose": Cgil, Cisl e Uil contro i negozi aperti il 15

Campagna delle tre sigle sindacali per invitare clienti e cittadini a disertare centri commerciali e attività aperte nella giornata festiva

"E’ Ferragosto, non passarlo tra le cose, scegli le persone": le segreterie regionali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil di Puglia hanno promosso una campagna, in occasione della Festività del 15, giornata in cui resteranno aperti negozi e gallerie commerciali, trasformando, secondo i sindacati, "quel giorno di festa per tutti tranne per quei lavoratori che non hanno la possibilità di scegliere". Un manifesto-volantino invita i consumatori "a stare in famiglia e - si legge in una nota congiunta delle tre sigle sindacali -  lanciare un segnale agli esercenti. E anche a quella politica che nonostante gli impegni presi ai tavoli di concertazione non ha mantenuto promesse. Per Filcams, Fisascat e Uiltucs la responsabilità non può ricadere sempre e solo sui lavoratori, spesso impossibilitati dal decidere di aderire o meno al lavoro festivo se il contratto non lo prevede".

Potrebbe interessarti

  • Abitano tra le vostre lenzuola, lo sapevate? Sono gli acari della polvere

  • Puntura di medusa: cosa fare e...cosa non fare

  • Come pulire il vetro del forno: i consigli per eliminare lo sporco ostinato

  • Piscine all'aperto a Bari e dintorni: quali e dove sono

I più letti della settimana

  • Moto prende fuoco dopo l'impatto con un'auto: giovane centauro muore sulla Statale 16

  • Schianto in Tangenziale, almeno un ferito: auto si ribalta, coinvolto pulmino. Traffico in tilt e rallentamenti

  • "Mio figlio pestato in spiaggia", l'appello di un papà sui social: "Chi sa qualcosa ci aiuti"

  • Giornata da incubo sulla statale 16: auto fuori strada in direzione nord

  • Morto dopo scontro auto-moto sulla statale 16, sui social il dolore per Fabio: "Eri speciale, ora sei il nostro angelo"

  • Molesta ragazzina sulla spiaggia di Pane e Pomodoro: giovane fermato dalla polizia

Torna su
BariToday è in caricamento