Congedo extra per i collaboratori che diventano papà: l’annuncio del gruppo Megamark

Durante la serata di beneficenza al Teatro Team presentati i vincitori dell’ottava edizione del bando ‘Orizzonti solidali’: 12 le iniziative da realizzare in Puglia e oltre 260 mila euro stanziati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

L’esilarante duetto di Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo e un annuncio a sorpresa del cavaliere del lavoro Giovanni Pomarico, presidente del Gruppo e della Fondazione Megamark, al centro del consueto evento di beneficenza, che anche quest’anno ha registrato un tutto esaurito, organizzato dalla Fondazione Megamark di Trani per premiare i vincitori di ‘Orizzonti solidali’ 2019, il bando di concorso rivolto al terzo settore pugliese promosso dalla Fondazione in collaborazione con i supermercati Dok, A&O, Famila e Iperfamila. “In un momento in cui il nostro Paese vive un preoccupante calo demografico e vede a rischio il sistema pensionistico – ha ricordato il cavalier Pomarico – cerchiamo, nel nostro piccolo, di fare qualcosa per la famiglia. Dopo aver prolungato di un mese il periodo di maternità per le neomamme, oggi tocca ai neopapà del nostro Gruppo: d’ora innanzi potranno godere di una settimana di permesso in più regolarmente retribuito oltre al congedo previsto dalle norme. C’è bisogno di più tempo da trascorrere in famiglia, soprattutto quando avviene un lieto evento come la nascita di un figlio ed è giusto che anche i papà possano vivere con più serenità questa gioia”. A salire sul palco i rappresentanti delle 12 associazioni vincitrici dell’edizione 2019 di ‘Orizzonti Solidali’, che in totale, hanno ottenuto un finanziamento di oltre 260 mila euro per sviluppare progetti in ambito sociale, culturale, ambientale e dell’assistenza sanitaria. Tra le iniziative premiate, un’app che permette ai ragazzi di svolgere un test sull’autostima in un’ottica di prevenzione del disagio giovanile adolescenziale, un’unità mobile che raggiungerà gli istituti penitenziari di Puglia e Basilicata per prestare un servizio di prevenzione oncologica per le donne carcerate, il recupero e la rinascita di un vecchio casello ferroviario e del suo giardino circostante affinché diventi sede di attività culturali in Salento. «La parola solidarietà - ha aggiunto Giovanni Pomarico – deriva dal termine ‘solido’: una società solidale è una società solida, che promuove il sostegno reciproco e si batte per non lasciare indietro nessuno. Sono convinto che fare del bene fa bene due volte: a chi lo riceve ma anche a chi lo fa. Chi può ha l’obbligo di fare e noi attraverso la Fondazione abbiamo fatto molto ma tanto ancora abbiamo da fare per onorare l’impegno nei confronti del territorio e di chi è meno fortunato». Lo spettacolo, ricco di emozioni e ospiti d’eccezione, ha visto in apertura, la performance di Gabriella Compagnone, attualmente considerata la prima sand artist d’Italia. A divertire il pubblico, in un esilarante spettacolo fatto di dialoghi serrati e fraseggi tutti da ridere, una coppia storica della comicità pugliese, Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo, il duo già noto come ‘Toti e Tata’. Le donazioni raccolte per assistere all’evento saranno interamente devolute alla nona edizione del bando ‘Orizzonti solidali’ i cui dettagli saranno resi noti nel prossimo mese di marzo. La Fondazione Megamark è la Onlus del Gruppo Megamark, tra le realtà leader della distribuzione moderna del Mezzogiorno con 45 anni di storia e oltre 500 negozi in Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia. La Fondazione sostiene e promuove iniziative e progetti con l’obiettivo di contribuire alla crescita culturale e sociale dei territori in cui opera. In Puglia promuove il bando ‘Orizzonti solidali’ rivolto al terzo settore pugliese e il premio letterario nazionale ‘Premio Fondazione Megamark - Incontri di Dialoghi’, nato per premiare il talento di scrittori esordienti e per contribuire alla diffusione della lettura nel Mezzogiorno.

Torna su
BariToday è in caricamento