Edilizia 4.0 con il corso sul project management per aumentare la competitività delle imprese edili baresi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La trasformazione digitale tocca anche il settore delle costruzioni e il Formedil-Bari, l’ente bilaterale per la formazione professionale in edilizia del territorio barese, si adegua ai tempi organizzando un corso per formare i project manager, responsabili della gestione di tutte le fasi realizzative di ogni opera, pubblica o privata. Il corso ‘Project management per imprese edili’, organizzato in collaborazione con Chance Group che erogherà le 40 ore di formazione, è stato presentato nella sala convegni di Formedil-Bari a titolari, dipendenti di imprese edili e professionisti interessati ad accrescere efficienza sui cantieri e nei processi aziendali. Dalla pianificazione alla progettazione, dalla gestione operativa della commessa all’ottimizzazione delle risorse, dal budgeting al controllo di gestione: saranno questi i temi affrontati nel corso, tutto in chiave 4.0 e col supporto dei più innovativi software che le nuove tecnologie sono in grado di offrire. Il corso, suddiviso in un modulo teorico e uno pratico per applicare le nozioni acquisite su progetti reali, partirà nella seconda metà di febbraio e formerà professionalità preziose in un settore che, tra calo dei lavori e margini sempre più bassi, necessita investimenti nell’innovazione per accrescere la competitività aziendale. All’iniziativa hanno preso parte il presidente e vicepresidente del Formedil-Bari Michele Matarrese e Ignazio Savino, il presidente di ANCE Bari e Bat Beppe Fragasso, il professore ordinario del Politecnico di Bari Nicola Costantino e l’amministratore unico di Chance Group Giuseppe Trevissoi. «La competitività di un’impresa edile – hanno spiegato il cavaliere del lavoro Michele Matarrese e Ignazio Savino – richiede oggi un cambiamento culturale e competenze manageriali specifiche e sempre più qualificate. Il corso, pensato e organizzato dal Formedil-Bari per la formazione dei project manager, è la risposta alla richiesta del mercato del lavoro di figure più ricche di competenze tecnico-manageriali, in grado di elaborare la sempre crescente complessità delle fasi amministrative, tecniche ed economiche del progetto». «L’Ance - ha commentato Beppe Fragasso – sostiene questa iniziativa formativa, considerandola un progetto fortemente innovativo. Oggi le imprese edili strutturate non sono più guidate dal capomastro ma da professionisti con una preparazione adeguata; la sola laurea non è più sufficiente, occorre una preparazione interdisciplinare e trasversale per far fronte alla complessità della materia, soprattutto quando si parla di lavori pubblici». «Tenuto da uno staff di consulenti altamente qualificati - ha specificato Giuseppe Trevissoi – il corso fornirà il metodo e gli strumenti operativi che consentiranno sia alle piccole e medie imprese, sia alle aziende più strutturate, di verificare in itinere e con il supporto delle più moderne tecnologie, tutte le fasi di realizzazione di un’opera, garantendo, per quanto possibile, il rispetto dei tempi di progettazione e dei costi previsti». «Questo corso – ha commentato il professor Nicola Costantino, che condivide l’iniziativa del Formedil-Bari - rappresenta un’opportunità formativa importante, soprattutto oggi che la competizione è diventata più stringente e i margini di guadagno delle imprese si sono notevolmente ridotti. Aumentare l’efficienza e migliorare il controllo e la gestione di tutti i processi rappresentano la vera sfida che le imprese devono affrontare per essere competitive». Per informazioni o iscrizioni al corso è possibile contattare la segreteria didattica del Formedil-Bari al numero 080/5351311 o via mail all’indirizzo di posta elettronica info@formedilbari.it

Torna su
BariToday è in caricamento