Cala il sipario sulla Fiera, Patroni Griffi soddisfatto: "Successo che può favorire la privatizzazione"

Il presidente dell'ente traccia un primo bilancio della 78esima edizione della Campionaria e sottolinea l'impatto positivo della manifestazione "che sviluppa un'economia del territorio stimabile tra 13 e 15 milioni di euro"

"Abbiamo tentato di resettare le lancette della Campionaria arrestandone il declino e recuperando, oltre all’interesse degli espositori, anche quello dei visitatori". All'indomani della chiusura della 78esima edizione della Fiera del Levante, il presidente Ugo Patroni Griffi traccia un primo bilancio della manifestazione.

Dati positivi, che secondo il numero uno dell'ente testimoniano un rinnovato interesse nei confronti della Campionaria, capace di creare un ritorno economico importante per il territorio.

"La Fiera di settembre, sulla base delle statistiche, sviluppa un’economia del territorio stimabile tra 13 e 15 milioni di Euro, oltre ad una potenzialità ancora inespressa che è definitivamente maggiore. La Campionaria può essere “l’evento” della Puglia, purché l’offerta divenga consolidata e completata con il sostegno dei soci, della Regione Puglia e delle agenzie regionali".

Ma il presidente Patroni Griffi guarda anche al futuro dell'ente, immaginando nuove possibilità di sviluppo anche alla luce della sfida della privatizzazione.

"Analogamente a quanto avviene per la Campionaria di Toronto, - propone Patroni Griffi - a Bari andrebbe organizzato un dopo-Fiera, in modo da spingere i visitatori a pernottare più a lungo in città. In generale, le risorse dedicate allo sviluppo dell’attività artistica, ricreativa e di intrattenimento andrebbero concentrate durante i nove giorni della Campionaria. Per quanto ci riguarda, da lunedì inizieremo l’organizzazione della 79esima Fiera del Levante, incrementeremo le fiere specialistiche e rivolte ai consumatori, anche grazie alle partnership che stiamo stabilendo con altre fiere italiane e straniere. Crediamo che il dato positivo di quest’anno - conclude - possa attirare la consapevole attenzione degli enti locali, così come l’attenzione degli investitori, e favorire il processo di privatizzazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere in auto con la cocaina, sorpreso dai colleghi durante un controllo: arrestato

  • Riecco Checco Zalone: ecco il manifesto di 'Tolo Tolo, il film al Cinema dal 1 gennaio 2020

  • Isabella, la Monica Bellucci di Molfetta che ha rubato il cuore all'ex tronista Francesco Monte: "E' speciale perché è normale"

  • Operazione antimafia nel Barese: 54 arresti e due anni di indagini, così è stato disarticolato il clan D'Abramo-Sforza

  • Trovato morto nelle acque di Palese: per i familiari Roberto è stato ucciso, per la Procura incidente o malore

  • Da Mola a New York conquista i vip con la cucina pugliese, la storia di Pasquale: "Quegli spaghetti alla San Giuannidd a casa di McCartney"

Torna su
BariToday è in caricamento