Fallimento Mercatone Uno, i negozi nel Barese preda degli sciacalli. Cgil: "Lavoratori a presidio dei capannoni"

La denuncia del presidente di Cgil Puglia e di Filcams Cgil Puglia, che parlano di tentati furti, causati anche "dall'abbandono nei confronti degli addetti alla sicurezza"

Foto copertina e nel pezzo: danni negli stabilimenti pugliesi

La catena Mercatone Uno fallisce in tutta Italia e gli sciacalli se ne approfittano. Anche i negozi di Bari - nel centro commerciale 'Barimax' - e a Terlizzi sono stati vittime di tentati furti negli scorsi giorni, seguito all'improvviso abbassamento delle saracinesche a fine maggio. A denunciarlo è la Cgil e la Filcams Cgil Puglia, che parlano di "furto e tentato furto di elettrodomestici così come avvenuto in altre città", causato dalla smobilitazione, "che ha lasciato le ditte addette alla vigilanza - spiegano dai sindacati - senza più alcun riferimento anche rispetto al pagamento del servizio. Va da sè che l’integrità del patrimonio dell’azienda è uno dei requisiti circa la sopravvivenza e la continuità legata ad eventuali nuovi acquirenti".

Furto Mercatone Uno-2

I due segretari generali di Cgil Puglia e Filcams Cgil Puglia, Pino Gesmundo e Barbara Neglia, hanno inviato una lettera al prefetto di Bari, Marilisa Magno, chiedendo di farsi carico anche di coordinarsi con i prefetti delle altre realtà pugliesi interessate, affinché si attenzioni e vigili sulla sicurezza delle attività del Mercatone Uno e perché non siano esposte a razzie. Al momento a difesa dei negozi ci sarebbero gli stessi lavoratori senza stipendio, che stanno presidiano i capannoni per evitare nuove azioni di sciacallaggio.

Furto Mercatone Uno-2

"Abbiamo chiesto alla Regione Puglia, che da quel che ci risulta si è già attivata con il Ministero del Lavoro - conclude la nota - di rappresentare la difficile condizione dei lavoratori che non sono occupati ma nemmeno licenziati o in cassa, ma parte di una procedura fallimentare dai tempi impossibile da prevedere. Serve una certificazione di interrotta attività che permetterebbe agli stessi di chiedere la momentanea sospensione del pagamento delle rate di mutui. Chiediamo un intervento quanto mai urgente per non unire al danno la beffa per chi da un giorno all’altro, e avvisato tramite social, si è trovato senza più lavoro e reddito, con alle spalle già un lungo periodo di sacrifici e rinunce sul piano salariale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

mercatone-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' positivo al Covid ma va al lavoro al ristorante: scoperto 21enne, era in quarantena con l'intera famiglia

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Riaprono le regioni, da domani via libera agli spostamenti: obbligo di segnalazione per chi arriva in Puglia

  • Coronavirus 'scomparso'? L'epidemiologo Lopalco: "Siamo in una fase di circolazione endemica, nessun terrorismo ma occorre attenzione"

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

Torna su
BariToday è in caricamento