Mail Boxes etc. e il progetto Nidi per favorire la nascita di nuove imprese in Puglia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

A Bari il 18 febbraio si terrà un incontro gratuito per conoscere le opportunità di apertura di un centro Mail Boxes Etc. attraverso i contributi del progetto NIDI, per chi desideri avviare una nuova attività autonoma.

Mail Boxes Etc. organizza il prossimo 18 febbraio a Bari un incontro per presentare il progetto NIDI, il Fondo creato dalla Regione Puglia che ha l'obiettivo di favorire nuove iniziative d'impresa. Il seminario si svolgerà dalle ore 10.30 alle 13.00 a Bari, con la partecipazione di Puglia Sviluppo S.p.A., società incaricata dalla stessa regione per la gestione del fondo NIDI, presso la sede di Confcommercio (Via Amendola 172/C).

Con questa iniziativa Mail Boxes Etc., tra le maggiori reti al mondo di negozi in franchising nel campo dei servizi postali, di comunicazione e di supporto alle attività di aziende e privati, vuole offrire a nuovi aspiranti imprenditori l'opportunità di mettersi in proprio, estendendo così ulteriormente la propria rete di centri in Italia. Il progetto si rivolge ai giovani tra 18 e 35 anni, alle donne sopra i 18 anni, ai disoccupati che negli ultimi tre mesi non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato, alle persone in procinto di perdere il posto di lavoro e ai lavoratori precari con Partita Iva con meno di 30mila euro di fatturato e un numero massimo due committenti.

Attraverso il progetto NIDI, la Regione sostiene le microimprese di nuova costituzione con un contributo a fondo perduto e un prestito rimborsabile. In questo modo si cerca di agevolare l'autoimpiego di chi ha difficoltà di accesso al mondo del lavoro. Avviando un'impresa con investimenti fino a 50mila euro, l'agevolazione è pari al 100%. Se si prevede un investimento compreso tra 50mila e 100mila euro l'agevolazione è pari al 90%; per somme da investire tra 100mila e 150mila euro si può ottenere un finanziamento all'80%, metà a fondo perduto e metà come prestito rimborsabile, così come negli altri casi. È inoltre previsto un contributo sulle spese di gestione che ammonta a 10mila euro.

Il 18 febbraio interverrà Pierpaolo Caliandro per Puglia e Sviluppo S.p.A. che spiegherà le opportunità offerte da NIDI e Giovanni Semeraro per Mail Boxes Etc. a rappresentare l'area Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Semeraro illustrerà i piani di sviluppo dell'azienda nella regione pugliese.

Torna su
BariToday è in caricamento