Nasce a Bari Mullum Academy, un progetto culturale per manager e imprenditori, con spazio anche per gli studenti

Tasse, cinese, marketing, e immagine personale. Un percorso di formazione indipendente che accompagna aziende e professionisti: dal fisco al brand alle lingue orientali

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Tasse, cardio marketing, personal branding, immagine professionale e cinese. Sono queste le prime parole chiave del paradigma culturale di Mullum academy, il progetto culturale di Mullum business center a Bari che raccogliendo i gap del territorio, prova a fornire un percorso possibile per restare al passo con i tempi e anticipare un po’ le richieste in arrivo dal mercato del lavoro, delle imprese e del turismo. “Mullum academy – spiega Giovanni Colucci, amministratore di Mullum business center – nasce ponendosi in ascolto delle richieste che in questi anno di attività con il business center abbiamo raccolto. Mullum business center è l’albergo delle aziende e dei professionisti, e in quanto tale accoglie necessità, ritmi, prospettive e pianificazioni delle realtà economiche del nostro territorio pugliese, ma più che altro extra territoriale. Nel nostro centro, infatti, ogni giorno accogliamo aziende che non sono pugliesi e professionisti baresi, start up locali e multinazionali finanche consolati e ambasciate. La clientela, esigente e smart, viene accolta e noi raccogliamo quotidianamente i bisogni degli ospiti. Questo – continua Colucci – significa ascoltare e rielaborare. Così abbiamo pensato di partire dalla formazione indipendente fatta apposta per il nostro cliente. In questo percorso però, pensiamo di coinvolgere anche molti imprenditori locali che necessitano di aggiornamento nell’ospitalità, per esempio. Bari, dal punto di vista turistico e congressuale, nell’ultimo anno in particolare, è esplosa. I numeri di capodanno lo confermano”. E dunque, da cosa parte Mullum academy? “Da un corso di cinese certificato Hsk (parificabile alla certificazione europea) che partirà a fine gennaio e sarà svolto con docenti madrelingua. Avrà una durata di 6 mesi circa e a giugno sono previsti gli esami. Gli incontri saranno settimanali. Poi si proseguirà con una full immersion in cardio marketing con una docente ed esperta di marketing che ha fondato il brand CardioMarketing e saranno affrontati – soprattutto per gli imprenditori dell’ospitalità – i temi caldi legati ai clienti: come catturare un cliente e tenerselo stretto. L’argomento, ovviamente, si presta per tutti i settori. Il mondo dell’impresa ci sta particolarmente a cuore e per questo pensiamo anche a come ridurre le tasse: il carico fiscale in Italia è altissimo, ma con soluzioni legali è possibile gestire il proprio portafoglio aziendale. Per restare in tema di marketing, non potremmo non affrontare anche l’argomento personal branding: come, cioè, imparare a promuovere se stessi. Pensate a quanti professionisti siano bravissimi a fare il loro mestiere ma poi non sanno come trovare clienti… Avvocati, psicologi, agronomi, ingegneri, biologi etc.: perfetti ma sconosciuti. Ecco, con i docenti coinvolti cercheremo di fornire dei metodi. E poi punteremo anche sul posizionamento del look e quindi sulla scelta dell’immagine professionale: spesso viene tralasciata l’importanza della selezione di un abito o di un’acconciatura (o dei colori da abbinare), eppure nel mondo del lavoro, come si dice ‘l’abito da il monaco’. Insomma, la nostra academy accoglie, raccoglie e coccola”. E gli studenti? “Saranno ammessi perché questi aspetti che andremo a trattare non si studiano a scuola o all’università, ma provengono direttamente dal mondo del lavoro”.

Torna su
BariToday è in caricamento