"La sicurezza non si taglia", anche a Bari la protesta delle forze di polizia

Sit-in davanti alla sede del Consiglio regionale, per protestare contro il blocco del turn over e i tagli al settore. L'appelo ai cittadini: "Aiutateci a difendere la vostra sicurezza"

Forze di polizia in protesta anche a Bari come in altre città italiane. In mattinata poliziotti, vigili del fuoco, polizia penitenziaria e uomini del Corpo Forestale dello Stato si sono ritrovati davanti alla sede del Consiglio regionale in via Capruzzi dando vita ad un sit-in contro i tagli del governo.

Nel mirino dei sindacati, in particolare, il blocco del turn over e i pesanti tagli al settore che rendono sempre più difficile il lavoro delle forze di polizia, mettendo a rischio la stessa sicurezza dei cittadini. Ed è anche ai cittadini che i manifestanti hanno rivolto il loro appello, invitandoli ad aiutare le forze di polizia "a difendere il diritto alla sicurezza".

Tra le proposte avanzate dai sindacati, la razionalizzazione della spesa destinata al settore attraverso una revisione e un ammodernamento dell’attuale modello di sicurezza, la stabilizzazione dei precari e l'introduzione di misure di sostegno per i nuclei familiari del personale con redditi più bassi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abbonamenti abusivi alla tv a pagamento, blitz in Italia e in Europa: scattano gli arresti, centrale anche a Bari

  • Incidente al San Paolo: auto della polizia finisce fuori strada

  • Omicidio a San Pio, proseguono le indagini sul delitto. Michele Ranieri cognato di Vincenzo Strisciuglio

  • Desiderate che il vostro bucato sia profumato? Tutto dipende dalla pulizia della vostra lavatrice

  • Svaligiano appartamento di un'anziana, scatta l'inseguimento per le vie di Carrassi: presi due giovani

  • Rissa in strada al Libertà, intervengono le Forze dell'ordine: "Bottiglie di vetro usate come armi"

Torna su
BariToday è in caricamento