Una settimana ai saldi, tra sconti anticipati e previsioni: "Ribassi più consistenti per recuperare anno difficile"

Secondo le stime di Confesercenti, le percentuali applicate dai negozi raggiungeranno sin da subito il 30%. Ma tra pre-saldi e promozioni (anche online) è ormai "guerra degli sconti"

L'avvio ufficiale delle vendite a prezzi ribassati è fissato tra una settimana: anche in Puglia, come nella gran parte delle altre regioni, l'avvio dei saldi estivi è fissato al 6 luglio.

Gli sconti anticipati e il 'fattore maltempo'

Ma come ormai puntualmente accade, a Bari come in tutte le città, gli sconti in gran parte dei negozi sono già cominciati, sotto forma di 'pre-saldi' o di promozione riservate "ai clienti più affezionati". A spingere verso un avvio anticipato dei ribassi sarebbe stato quest'anno, secondo l'analisi del Codacons, il "maltempo di maggio", che avrebbe inciso negativamente sulle vendite, producendo - secondo dati resi noti nei giorni scorsi dall'associazione - "una riduzione del giro d'affari per i negozianti attorno al -30% rispetto alla media nazionale del periodo". Di qui - secondo il Codacons - la decisione da parte dei commercianti di anticipare gli sconti. "Un fenomeno che dimostra ancora di più come la legge sui saldi di fine stagione vada abolita - sostiene il Codacons - lasciando ai commercianti la facoltà di scegliere come e quando scontare la propria merce, a seconda di fattori e variabili che cambiano di periodo in periodo e di zona in zona, e incrementando occasioni come il 'Black Friday'", conclude l'associazione dei consumatori.

Confesercenti: "Sconti medi di partenza intorno al 30%"

Dalla parte delle imprese, a sottolineare gli effetti prodotti dal "meteo instabile" sull'andamento delle vendite è anche Confesercenti: secondo l'associazione, che prevede l’adesione ai saldi estivi di oltre 200mila negozi in tutta Italia, gli "sconti medi di partenza" si aggireranno "intorno al 30%". "Riduzioni di prezzo consistenti - prosegue l'associazione - per cercare di invertire un’annata particolarmente difficile: nei primi quattro mesi del 2019, anche a causa del meteo imprevedibile, i consumi di abbigliamento hanno segnato una flessione di un ulteriore 1,3%". Tuttavia, in merito ai saldi, anche la Fismo, l’associazione moda Confesercenti, torna a sollevare la questione della "guerra degli sconti": "Ormai è un’Italia in saldo: tra pre-saldi, promozioni continue e giornate online come BlackFriday (estivi ed invernali), Prime Day e Cybermonday vari si è generato un circolo vizioso dannoso per le imprese ma anche per i clienti, che trovano sempre più difficile orientarsi e distinguere tra le offerte reali, come quelle dei saldi, e le promozioni fasulle. Bisogna mettere un freno a questa deriva".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento