Scarti dell'olio di oliva per farmaci e conservanti naturali: Uniba capofila della ricerca

L'Ateneo barese alla guida del progetto "Sos" (Sustainability of the Olive-oil System), che vede impegnate sei Università italiane: dallo studio prospettive interessanti per il settore farmaceutico e alimentare

Da scarti a risorse, da impiegare nella formulazione di farmaci, o nel settore alimentare come conservanti naturali. La 'sorpresa' sui possibili usi degli scarti dell'olio d'oliva viene dai primi risultati di un progetto di ricerca ("Sos" - Sustainability of the Olive-oil System) che vede come capofila l'Università di Bari, insieme ad altri 5 Atenei italiani. Il progetto è finanziato da dieci fondazioni bancarie (Ager) con 7 milioni nel triennio 2018-2021.

In particolare, per la farmaceutica,  si sta studiando "l'uso degli estratti di foglie di olivo per bloccare l'azione genotossica del cadmio", ma anche l'ottenimento di "estratti utili per combattere patologie associate a infiammazioni e stress ossidativo".  Per il settore alimentare, invece, gli stessi estratti sono "ottimi per aumentare la conservabilità (la shelf-life) di taralli" e altri prodotti come "il paté di olive o le olive da tavola fermentate in salamoia. Insomma, bye bye ai conservanti chimici e spazio a quelli naturali" dalle foglie d'olivo. Nuove soluzioni sono in arrivo anche per il packaging e l'uso dei sottoprodotti, "con un approccio sempre più sostenibile nella produzione e nella trasformazione".

Lo studio vede impegnato, per l'Ateneo di Bari, il Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e degli Alimenti, coordinato da Francesco Caponio, insieme alle Università di Milano (Dipartimento di Scienze Alimentari, Ambientali e Nutrizionali), Parma (Dipartimento di Scienze Alimentari), Sassari (Dipartimento di Agraria), Teramo (Facoltà di Bioscienze e Tecnologie Agro-Alimentari e Ambientali) e Università Mediterranea di Reggio Calabria (Dipartimento di Agraria). 

Potrebbe interessarti

  • Cos'è la Malmignatta e cosa fare in caso di morso

  • Come tenere puliti e privi di germi e batteri i bidoncini della spazzatura

  • Forno a microonde, quali sono i reali rischi per la salute?

  • ''La Uascèzze''

I più letti della settimana

  • Domatore ucciso dalle tigri, la titolare del circo: "Non è stato sbranato, ferita accidentale"

  • Il quartiere Libertà piange Fransua: cordoglio e messaggi di ricordo sui social

  • Punta la pistola contro universitari e pretende di parcheggiare: "Toglietevi da lì", paura per 3 ragazzi a San Pasquale

  • Da Giovinazzo a Fesca trasportata dal mare mosso: gabbia per l'allevamento pesci recuperata dalla Guardia Costiera

  • In arrivo un'altra ondata di maltempo: allerta arancione per martedì, previsti temporali e grandine

  • Furbetti del cartellino all'ospedale San Giacomo di Monopoli: i nomi dei 13 arrestati

Torna su
BariToday è in caricamento