sabato, 19 aprile 13℃

Emergenza infarti, al via il nuovo servizio di assistenza pubblico-privato

Grazie all'accordo tra strutture pubbliche e private, operativo di domani, i pazienti potranno usufruire di un sitema di assistenza 'integrato'. Ad inaugurare il primo turno il Policlinico e Anthea Hospital

Redazione31 luglio 2012

Un nuovo servizio di assistenza pubblico-privato per la gestione delle emergenze e urgenze legate agli infarti. Scatterà domani 1 agosto il piano che prevede la possibilità di coinvolgere anche le strutture ospedaliere private accreditate nel sistema di gestione delle emergenze legate all’infarto del miocardio, attraverso l’istituzione del turno settimanale delle emodinamiche della provincia di Bari, che assicurerà una copertura h 24 e 365 giorni all’anno per l’effettuazione dell’Angioplastica primaria. Ogni 24 ore verrà effettuata una rotazione tra tutte le strutture coinvolte, prevedendo ogni giorno la compresenza di una struttura pubblica e di una privata accreditata.

Ad inaugurare il primo turno del nuovo sistema saranno domani il Policlinico di Bari e Anthea Hospital, struttura accreditata facente capo a GVM Care & Research.

COSA CAMBIA CON IL NUOVO SERVIZIO - La novità introdotta presenta caratteristiche di assoluta innovazione, nel pieno interesse dei pazienti: in casi, come quello di un infarto, in cui la rapidità di gestione assume un carattere cruciale, la possibilità di evitare il c.d. “trasferimento di primo livello” può rivelarsi della massima importanza. In pratica, mentre il regime attuale prevede che le ambulanze possano accompagnare un paziente infartuato presso la più vicina struttura pubblica dotata di apparecchiature per l’emodinamica - eventualmente prevedendone il trasferimento in una struttura privata dopo la stabilizzazione -, da domani i veicoli del 118 potranno accompagnare lo stesso paziente che necessiti di una procedura di angioplastica primaria direttamente presso una struttura privata accreditata.
 

Annuncio promozionale

Commenti