homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Sostegno degli oneri di frequenza agli asili nido: l'iniziativa di Ebiter Bari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Ecco una bellissima opportunità per ottenere un supporto alla frequenza dell'asilo nido. A proporla con un bando l'Ente Bilaterale del Commercio, della Distribuzione e dei Servizi della Provincia di Bari.

Ebiter Bari, infatti eroga pe l'anno scolastico 2015/2016 un contributo forfettario a favore dei dipendenti del settore delle aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi, a sostegno dei costi sostenuti per la frequenza ad asili pubblici e privati, fino all'età di anni 6 del minore.

" L'iniziativa- spiega Alessandro Ambrosi Presidente dell'Ente s'incardina nel più ampio progetto dell'Ente di arricchire di contenuto reale l'assistenza e il sostegno ai lavoratori, avendo ben a mente la centralità del tema della maternità, intesa come tutto il complesso di eventi, emozioni, e problemi che coinvolgono una famiglia fino alla gestione della prole, è importante in questo periodo non facile, far sentire la vicinanza dell'Ente ai lavoratori, essere al servizio di "tutti" i lavoratori e di tutte le aziende, rappresentando il giusto punto di equilibrio tra gli stessi."

"I beneficiari del sostegno - spiega il Direttore dell'Ente Mauro Portoso - sono i lavoratori a tempo indeterminato, compresi gli apprendisti e lavoratori a tempo determinato (con un contratto di lavoro non inferiore a 12 mesi), in forza presso datori di lavoro che risultano all'atto della presentazione della domanda, in regola con il versamento delle quote contributive a EBITERBARI da almeno dodici mesi e che applicano integralmente il CCNL Terziario, Distribuzione e Servizi, sia per la c.d. parte economico - normativa sia per la c.d. parte obbligatoria. Il contributo spetterà ad un solo genitore del nucleo familiare per ogni figlio che frequenta l'asilo nido come indicato sullo Stato di Famiglia o autocertificazione, a condizione che non siano stati percepiti altri contributi allo stesso titolo, a valere sia su fondi nazionali che regionali. Per noi - conclude Portoso - è importante essere vicini ai dipendenti del terziario con progetti di sostegno al reddito"

Il contributo verrà riconosciuto per il periodo 1/09/2015 - 31/07/2016 e sarà pari al 20% del costo di frequenza effettivamente sostenuto per ogni bambino, con un massimale di €. 500. La domanda di ammissione al sostegno economico dovrà essere redatta su apposito modulo disponibile sul sito internet www.ebiterbari.com o presso la sede dell'Ente, corredata della documentazione indicata sul sito stesso. La domanda potrà essere trasmessa a EBITERBARI entro il 30 aprile 2016, con la documentazione alle sole spese sostenute nel periodo 1/9/2015 -29/02/2016; entro il 30 settembre 2016, con la documentazione delle spese sostenute nel periodo 1/3/2016-31/7/2016 o delle spese complessivamente sostenute nel periodo 1/9/2015 -31/7/2016.

Torna su
BariToday è in caricamento