2° forum delle Giornaliste del Mediterraneo. #Pressphobia: la nuova guerra all’informazione

Il 22 novembre a Bari e il 23 novembre a Lecce si aprirà la seconda edizione del Forum delle giornaliste del Mediterraneo intitolato: “#PressPhobia: la nuova guerra all’Informazione”, con relatrici da Turchia, Tunisia, Malta, Kosovo, Kuridstan e Italia.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Aggressioni, intimidazioni, querele temerarie nei confronti di giornaliste e giornalisti aumentano in Italia, che si colloca agli ultimi posti in Europa nelle classifiche sulla libertà di informazione. Una vera e propria fobia nei confronti dell’Informazione che si alimenta di social network e fake news e che esplode nell’hate speech, se non in violenza fisica e minacce di morte. Il Forum vuole essere uno spazio di riflessione e di valorizzazione dei talenti impegnati su tutti i fronti in difesa del diritto d’informazione di cittadine e cittadini. Un confronto libero e continuo nel quale le giornaliste propongono il loro modo di fare informazione proprio nei luoghi caldi dei conflitti sociali, politici, religiosi, ambientali. . Al Forum, organizzato dall’associazione “Gi.U.Li.A. giornaliste unite libere autonome”, le giornaliste pugliesi dialogheranno con le colleghe delle testate nazionali e internazionali lanciando un messaggio di democrazia e di pace che anno sarà rilanciato dalla Puglia attraverso il Forum, creando ponti con altre città del bacino del Mediterraneo: un canale (www.giornaliste.org) che resterà aperto 12 mesi con una comunicazione bilingue (italiano e inglese) capillare e multimediale. Otto i panel di discussione con interventi di alcune tra le più autorevoli firme del giornalismo italiano e internazionale: • Nurcan Baysal (tv turca T24), &bu