Carlo Marrale in concerto al Teatro “Il Saltimbanco” di Santeramo in Colle

Un appuntamento assolutamente da non perdere con la storia della musica d’Autore italiana. Questo sabato sarà ospite della rassegna musicale-letteraria “Murgia d’Autore”, Carlo Marrale cofondatore e autore dei Matia Bazar. Un nome che non ha bisogno di molte presentazioni, dal 1975 hanno collezionato una serie di straordinari successi firmati in gran parte da Marrale, tra cui “Stasera che sera”, “Per un’ora d’amore”, “Cavallo bianco”, “Che male fa”, “Solo tu” (numero 1 nelle classifiche spagnole, brano che rese il gruppo famoso in tutto il mondo), “Vacanze romane”, “C’è tutto un mondo intorno” e “Ti sento”. Questi e altri successi dei Matia Bazar, tradotti in diverse lingue, sono diventati colonne sonore di film e telefilm. Tanti hanno interpretato poi brani scritti da Marrale, tra questi Miguel Bosè con “Que no hai”, Irene Cara con “I need you”, versione inglese di Ti sento, brano inserito anche nella raccolta “Back to mine” dedicata agli anni ‘80 dei Pet Shop Boys. E ancora per Mina ha scritto “Che male fa” e “Se poi”, fino ad arrivare alle cover interpretate dai Bluvertigo, Subsonica, Timoria e Banda Osiris. Il cantautore miete successi anche nel genere “lounge”, la sua “Indiana Cafè”, ad esempio è entrata a far parte della raccolta “Ying-Yang” (2002, per Corso Como 10, la Galleria di Carla Sozzani) che include artisti del calibro di Singh, John Coltrane e Feel Good Production. Sua è anche “Take my breath away”, pezzo dance arrivato al numero uno nelle classifiche giapponesi. Non solo, Marrale ha composto la canzone “Odissea” per l’album “Duetto” di Salvatore Licitra e Marcelo Alvarez, due tra i più grandi tenori delle scene internazionali, prodotto da Steve Wood, pubblicato in tutto il mondo, Italia compresa, su etichetta Sony Classica. Questo brano, forte di un gran riscontro e del primo posto nelle charts negli USA, è stato scelto e inserito dai Queensryche, band progressive metal americana, nel loro disco di cover “Take Cover”.

Anche per questo nuovo appuntamento l’opening act sarà affidato al cantautore Alessandro Sette che ci sta deliziando con i suoi brani, editi e inediti. Non sarà l’unico artista ad introdurre Carlo Marrale, ci saranno infatti anche i Progetto Venere, secondi classificati al Contest Murgia d’Autore, svoltosi domenica 9 febbraio presso la Biblioteca “G.Colonna” di Santeramo.

Gli organizzatori ringraziano in particolar modo Brass Flow del prof. Marco Lorusso per l'importante supporto anche in occasione del Contest.

Costo biglietti

Carlo Marrale € 20 ( Ridotto € 10 per studenti, soci ARCI e abbonati alla Biblioteca “Giovanni Colonna”)

Camillo Pace € 15

Fabio Concato e Di Sabatino Trio € 40.

Info prevendita biglietti presso: Libreria di Via Roma Santeramo in Colle (Bari)  tel. 320.8561222

Apertura Botteghino Teatro “Il Saltimbanco”: ore 20 (nelle serate dei concerti)

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Musiche da film al teatro 'Traetta’ di Bitonto con un concerto dedicato alla saga cult firmata da George Lucas 'Star Wars'

    • 21 febbraio 2020
    •  teatro Traetta
  • L’Orchestra sinfonica della Città metropolitana di Bari in concerto al Teatro Abeliano di Bari 

    • solo oggi
    • 19 febbraio 2020
    • Teatro Abeliano
  • I Modà in concerto al Palaflorio

    • dal 13 al 14 marzo 2020
    • Palaflorio

I più visti

  • Carnevale di Putignano: le novità, gli orari e i prezzi dell'edizione 2020

    • dal 9 al 29 febbraio 2020
  • Il Gigante Pelù a Bari: dopo il successo di Sanremo la voce dei Litfiba incontra i fan alla Feltrinelli

    • 28 febbraio 2020
    • Libreria Feltrinelli
  • Le opere di Joan Mirò protagoniste a palazzo Monacelle di Casamassima

    • dal 17 gennaio al 26 aprile 2020
    • palazzo Monacelle
  • "Carnevale Polignanese 2020", maschere, coriandoli, luci e colori per un'atmosfera unica di festa

    • Gratis
    • dal 16 al 25 febbraio 2020
    • vie del Paese
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BariToday è in caricamento