Cinema e migrazione: “Babylon Sisters” all'Anche Cinema di Bari

Il film è al cinema in occasione della Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Il film “Babylon Sisters” di Gigi Roccati, una storia di danza, donne, integrazione e migrazione filtrata dallo sguardo della piccola Kamla, arriva in Puglia all’Anche Cinema Teatro Polifunzionale di Bari in occasione della tre giorni evento in programma in numerosi cinema d’Italia il 20 e 21 novembre, dopo il successo di pubblico ottenuto con l’uscita nelle sale italiane distribuito da Lo Scrittoio. Lucia Mascino, Renato Carpentieri, la giovanissima attrice e ballerina ‘boolywood’ Amber Dutta, l’esordiente Nav Ghotra e il cantautore Peppe Voltarelli mettono in scena un’opera corale raccontando le complesse dinamiche dell’integrazione oggi in Italia, attraverso la convivenza in un condominio dove si intrecciano la paura di uno sfratto, la diffidenza verso lo straniero e dove lingue, usanze, costumi differenti si incrociano e mescolano. La musica, la danza e la poesia, uniranno le vite di queste persone di estrazione e culture diverse, ma tutte ugualmente alla ricerca di una esistenza dignitosa e pacificata, generando una “gioiosa babilonia”. “Uno dei motivi che ci ha convinti a distribuire questa opera prima - ha spiegato Cinzia Masòtina de Lo Scrittoio - è ‘la piccola luce in fondo al tunnel’ che spesso film sul tema della migrazione e dell’integrazione non hanno. E questo film ha quella luce. Così come i suoi protagonisti, molti dei quali presi dal reale”. Il film, che ha riscosso grande apprezzamento da parte del pubblico e riconoscimenti dalla critica nei festival nazionali e internazionali, è interpretato da Amber Dutta, Nav Ghotra, Lucia Mascino, Yasemin Sannino, Nives Ivanković, Peppe Voltarelli e Renato Carpentieri, e racconta la storia di Kamla, una bambina indiana che da poco si è trasferita con i genitori in un palazzo alla periferia di Trieste abitato da altre famiglie di immigrati e da un vecchio professore burbero. Quando arriva la lettera di sfratto, tutti i condomini cercano in ogni modo di non lasciare la propria casa, ma le reazioni sono diverse tra uomini e donne. Shanti (Ghotra) non si infuria e dispera come il marito, ma pensa insieme alle altre donne come risolvere il problema. Lei dalla sua ha un dono, quello di saper ballare, proprio come una star di Bollywood e con l'aiuto di un'amica italiana (Mascino), progetta una scuola di danza. Questa sarà l'occasione di riscatto personale, famigliare e collettivo, mentre la piccola Kamla riuscirà a sciogliere il cuore del professor Leone (Carpentieri), grazie anche alla poesia. Il tour sarà inaugurato in occasione del 20 novembre, Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, giorno in cui, nel 1989, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite adottò la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Babylon Sisters “grazie al suo valore sociale, culturale ed educativo” è inoltre disponibile per proiezioni scolastiche in tutta Italia (per prenotazioni e informazioni visitare il sito www.babylonsisters.it). Biglietti al botteghino del Teatro polifunzionale Anche Cinema APERTO da lunedì a venerdì ore 11.00 – 13.00 e 17.00 -19.00. Per info e prenotazioni 329 611 22 91 / https://goo.gl/QEoW7E

Torna su
BariToday è in caricamento