Tolo Tolo, il film di Checco Zalone girato anche a Bari fa il boom di "spettatori" (e non è ancora uscito al cinema)

Tolo Tolo, dell'attore e regista Checco Zalone, 42 anni di Capurso ma nato a Bari, sarà proiettato al Cinema a Capodanno, 1 gennaio 2020.

Una foto di scena del film 'Sole a catinelle' di Gennaro Nunziante con Checco Zalone, Roma, 29 ottobre 2013. ANSA/UFFICIO STAMPA RED COMMUNICATIONS ++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY ++

Da ieri pomeriggio migliaia di baresi, pugliesi e italiani sono in trepida attesa per il nuovo film di Checco Zalone prodotto dalla Taodue di Pietro Valsecchi e intitolato 'Tolo Tolo' (espressione con la quale il protagonista verrà accolto all'arrivo in Africa). E' il primo da regista per l'attore di 'Cado dalle nubi', 'Che bella giornata', 'Quo vado' e 'Sole a Catinelle', e verrà proiettato al cinema a partire dal 1 gennaio 2020.

Dal Nord al Sud, all'ufficializzazione dell'uscita del nuovo lavoro dell'attore-regista nato a Bari ma cresciuto e vissuto a Capurso, è stato un crescendo di condivisioni, 'mi piace' e commenti sui social, ricerche su google, visite ai siti dei quotidiani d'informazione e di settore, nonché argomento tra i più dibattuti del giorno.

Girato in Africa e scritto insieme a Paolo Virzì, l'uscita del film in sala è stata posticipata di una settimana rispetto al ruolino di marcia. Recordman di incassi (be 70 milioni per Quo Vado), quello di Luca Pasquale Medici è "il film della piena maturità artistica" aveva detto Valsecchi nel febbraio scorso, giorno in cui era stato girato il primo ciak in Africa, l'ultimo invece a Trieste. Ieri la presentazione della locandina del film.

Un lavoro durato più di un anno, "un film complicato da girare", una troupe di circa 120 persone e migliaia di comparse in terre bellissime e difficili. Con 'Tolo tolo' Checco Zalone "affronta con la comicità temi importanti e metterci davanti agli occhi i piccoli e grandi vizi che tutti noi abbiamo". Il giorno di Capodanno, dopo quattro anni dall'uscita dell'ultimo lavoro, il 'Mal di Zalone' finalmente passerà. E il 1 gennaio 2020 nelle sale cinematografiche si preannuncia già il tutto esaurito. 

Le scene del quinto film di Checco Zalone sono state girate a Gravina di PugliaBari, Acquaviva delle Fonti, Roma, in Marocco, a Malta e in Kenya, dove il protagonista veste i panni di un comico napoletano sotto scorta minacciato da un boss della malavita. I due, filtra, diventeranno amici e compagni d'avventura in Africa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Finanza a Bari, raffica di arresti e sequestri: smantellato traffico di armi e droga dall'Albania

  • Grave incidente tra due auto: morti un uomo e una donna. Deceduto anche il loro cagnolino

  • Traffico di droga e armi dall'Albania, quindici arresti a Bari: i nomi

  • Allarme bomba in piazza Moro, trovato borsone sospetto: l'area è stata transennata

  • Fulmine colpisce aereo Ryanair, odissea per i passeggeri del Bari-Londra: partiti con 10 ore di ritardo

  • Incidente all'alba a Bari: ubriaca alla guida, abbatte spartitraffico in via Oberdan e finisce sulla biglietteria della stazione

Torna su
BariToday è in caricamento