venerdì, 18 aprile 12℃

←Tutti gli eventi

Alkord (suoni della Murgia)

Carlo
Inserito da Carlo 5 agosto 2012

Presso Monastero del Soccorso Dal 08/08/2012 Al 08/08/2012

ALKORD (Italia)

Alberto Capelli        (chitarra flamenca ed elettrica - composizione)
Eugjen Gargjola      (violino)
Silvia Dal Paos        (violoncello)
Nicola Negrini        (contrabbasso) 
Stefano Rapicavoli (batteria)

....

Alkord è un ensemble multiforme dal grande spirito comunicativo; nelle sue corde vibrano l'imprevedibilità dell'improvvisazione, la densità del tessuto scritto, la forza e l'originalità della modernità. La musica che Alkord produce è assolutamente condivisibile eppure interroga sul mistero della fonte che la genera; jazz, flamenco, minimalismo, progressive rock e musica classica contemporanea sono solo lievi tracce da seguire per comprenderne il senso. Una musica densa, nuova, diversa. Fondati da Alberto Capelli, gli Alkord hanno pubblicato tre album: "Nelle mie corde" nel 2007, "L'attesa" nel 2008 e "Mini-Male" nel 2011.

Alberto Capelli, estrazione jazzistica e grande preparazione tecnica, muove la sua ricerca musical-culturale nel jazz come nella musica latino-americana, nell'improvvisazione radicale e nella tradizione gitano-andalusa della musica Flamenca. Ha collaborato con Carla Bley, Steve Swallow, Bruno Tommaso, Steve Coleman, Ernst Reijseger, Steve Noble, Claude Deppa, Roberto Bellatalla, Ikram Khan e Deobrath Mishra. Ha recentemente approfondito la relazione con il Flamenco suonando tra gli altri con: El Londro, David Sanchez, Antonio Rodriguez "el Chupete", Manuel Perez, Alberto Rodriguez.

Eugjen Gargjola, violinista, nato a Shkoder (Albania) nel 1977. Nel 1992 si trasferisce in Italia dove prosegue gli studi al Conservatorio di Mantova sotto la guida del M° Carlo Fabiano, diplomandosi nel 1998 con il massimo dei voti e la lode. E' il violinista del quintetto "Alkord" e 1° violino del quartetto "Time Piece Quartet" con il quale ha inciso un disco dedicato alla "Bossa nova" insieme al celebre chitarrista jazz Franco Cerri.

Silvia Dal Paos, inizia gli studi all'età di 8 anni con il M° Max Cassoli, primo violoncello dei Solisti Veneti, per poi diplomarsi al Conservatorio "C. Pollini" di Padova sotto la guida del M° Gianni Chiampan. Nel 2000 entra come primo violoncello nell'Orchestra Giovanile Italiana, studiando da solista con il M° Boris Baraz, nella musica da camera con i Maestri Carlo Chiarappa, Andrea Nannoni e Piero Farulli. Con l'ottetto di Fiesole frequenta la Scuola Civica di Milano dove studia il repertorio contemporaneo da camera con Renato Rivolta. Con il quartetto Anthos lavora all'Accademia Internazionale di Alto Perfezionamento di Bergamo con il M° Konstantin Bogino.

Nicola Negrini: significativi i suoi progetti (l'ensemble Nic:neg Conference, il quintetto Inno, il trio con Alfredo Impullitti e Mauro Manzoni) e interessanti le sue interazioni (con Paolo Fresu, Javier Girotto, Marco Tamburini, Fabrizio Bosso...), fino alle più diverse recenti collaborazioni discografiche e dal vivo con il collettivo Nujazz Faze Liquide (Sonarkollektiv), con un quartetto di dj californiani composto da Ricci Rucker, DStyle, Mike Boo e A.C.E., con il cantautore Lucio Morelli, con il quintetto Alkord. Interessato alle intersezioni narrative tra musica e parole, partecipa a progetti teatrali con Giuseppe Cederna e, tra gli altri, con gli scrittori Carlo Lucarelli, Simona Vinci e Giampiero Rigosi, con i quali sta anche realizzando un programma televisivo.

Stefano Rapicavoli ha studiato presso la Scuola di Musica di Fiesole. Nel 1985 inizia la sua attività di percussionista suonando nell'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, nell'Orchestra Regionale Toscana, nell'Orchestra del Teatro del Giglio di Lucca, nell'Orchestra da Camera di Fiesole. L'interesse per l'improvvisazione lo vede collaborare fin dai primi anni Ottanta con vari musicisti dell'ambiente jazzistico, tra cui A. Salis, R. Migliardi, M. Gassman, L. Flores, E. Newmeister, R. Siddik, M. Shubert, E. Colombo, F. Morgera, A. Antico, B. Lena, R. Sellani, F. Cafiso. Ha partecipato a varie registrazioni e nel 1998 ha fondato il gruppo Hovercraft Ensemble, con il quale ha registrato i CD Zig Zag (Silence, 2000) ed Est Pop, nel 2005, omaggio a Bela Bartok, e si è esibito per due volte a Fabbrica Europa. Con il trio di Riccardo Arrighini e il giovane sassofonista Francesco Cafiso ha suonato al festival Umbria Jazz nel 2004. Con questa formazione ha registrato il cd live Concerto for Michel Petrucciani (Philology 2004) e con il trio di Arrighini Omaggio a Jobim (Philology 2005). Dal 2002 è direttore della Sunrise Jazz Orchestra.

Commenti

    Tutte le location di Bari

    Per mangiare in zona:

    Tutti i Ristoranti di Bari